Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 04:18

‘God save the new year’, il Capodanno in musica del Dancity è «salvo»: evento online con line-up da festival

Dj Ralf, Coccoluto, Populous, Paula Tape, Red Axes alcuni degli ospiti in diretta streaming da Foligno. Per accedere basta fare una donazione (di qualsiasi entità) a supporto dell’iniziativa

Dancity, il Capodanno in musica è online

di Danilo Nardoni

‘God save the Queen’, cantavano anche i Sex Pistols con tutta l’anarchia del loro punk irriverente. Ora da “salvare”, almeno in parte, per tutti gli amanti del Capodanno da trascorrere nei dancefloor ascoltando ottima musica, c’è la notte più lunga dell’anno che questa volta però non si potrà passare in compagnia di note live e divertimento. Dopo mesi di silenzio e riflessione, dovuti all’attuale situazione causata dalla pandemia, Dancity ha ora deciso però di accende nuovamente i riflettori con un evento speciale. Dalle ore 18 di giovedì 31 dicembre 2020 alle 6 di venerdì 1 gennaio 2020 trasmetterà un evento in streaming, in diretta dallo Spazio Astra di Foligno, per accompagnare i propri fan durante tutti i momenti del Capodanno. ‘God Save The New Year’, questo l’ammiccante titolo (che strizza l’occhio al punk anche nella grafica scelta) dell’evento online creato dall’associazione che organizza anche l’omonimo festival di musica elettronica insieme ad artisti di levatura internazionale, che con i loro esclusivi DJ & live set audio/video formeranno le 12 ore di line-up.

Come partecipare Aperto a tutti, ha una capienza limitata (dovuta ad esigenze tecniche): per accedere viene richiesta una donazione, di qualsiasi entità, come supporto all’iniziativa (basta collegarsi ad Eventbrite per assicurarsi il proprio posto, qui lo short link: http://bit.ly/GodSaveTheNewYear-Dancity-Donation). Per gli appassionati di gaming, inoltre, c’è la possibilità di partecipare attraverso il Roleplay con motore GTA5online su piattaforma Fivem (di seguito il link dedicato: http://discord.gg/pQhayv8).

Colonna sonora di fine anno ‘God Save The New Year’ vuole quindi trasmettere, nelle intenzioni degli organizzatori, uno spirito di condivisione, per esplorare le tante sfumature dell’attuale scena elettronica e soprattutto infondere un po’ di fiducia verso un futuro che mai come in questo momento appare incerto, ma che può essere affrontato con maggiore determinazione grazie alla musica, all’arte, alla cultura in ogni sua sfaccettatura. E a partire proprio dal Capodanno. Sono stati mesi difficili, durante i quali, nell’esplosione dell’utilizzo dei social iniziata con il primo lockdown, Dancity ha preferito prendersi una pausa e raccogliere le proprie energie per progettare il futuro con nuove consapevolezze. E’ in questa prospettiva che è nata la volontà di offrire al proprio pubblico qualcosa di speciale, che fosse di buon auspicio per il nuovo anno. Così, come tante volte ha fatto in passato, anche in questo particolare momento storico ha scelto di dare ai propri fan la possibilità di vivere il Capodanno con l’energia della bella musica. Dovendo rimanere tutti a casa per le restrizioni legate all’emergenza Covid19, ha quindi pensato di creare la colonna sonora del prossimo inusuale party di fine anno: dall’ora dell’aperitivo al cenone, per continuare durante tutta la notte. A dare il ritmo di questa sorta di trasmissione radio TV – durante la quale in diretta dallo Spazio Astra allestito per l’occasione ci saranno anche interventi da parte degli organizzatori e di altri ospiti – le performance di artisti strepitosi, con cui Dancity ha rapporti di collaborazione, amicizia, stima.

Dj e live set Tra i DJ set spiccano i nomi di colonne portanti come Claudio Coccoluto, DJ Ralf, Rame, di artisti affermati come Populous e Paula Tape, degli acclamatissimi Red Axes e dell’incredibile KiNK, mentre a fare gli onori di casa ci pensano Orchestra Moderna e Don Diego Hayes. Per non parlare dei live, da non perdere assolutamente quello del talentuoso Mattia Trani, così come di interessanti produttori quali Indian Wells, Lorenzo Morresi, F.T.G. Ma non solo, ad arricchire questo ambito le incursioni sonore di un maestro come Paolo F. Bragaglia, il progetto Nerv Collective di Federico Cassetta e il giovane resident Dancity Eloche. Ciò che li accomuna tutti è l’entusiasmo con cui hanno risposto alla chiamata di Dancity, lo stesso alla base di ogni progetto realizzato dall’omonima associazione.

I commenti sono chiusi.