Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 12 giugno - Aggiornato alle 20:50

Dischi e musica protagonisti a Bologna con il ‘Pvc play vinyl club’: espositori e realtà anche dall’Umbria

Continua la collaborazione tra l’Associazione St.Art di Perugia e il Link per promuovere e supportare le realtà indipendenti e la ricerca musicale

Musica Musica, negozio di dischi a Perugia

di Danilo Nardoni

Anticiperà di una settimana il Record Store Day, la giornata europea dedicata alla musica ed ai negozi di dischi, il Pvc Play Vinyl Club (Microsolchi nella passata edizione) che sabato 5 giugno riunirà a Bologna decine di espositori da tutta Italia per promuovere e supportare le realtà indipendenti e la ricerca musicale. Per l’occasione continua la collaborazione tra l’Associazione St.Art di Perugia con il Link 2.0, Ledx di Bologna e New Interplanetary Melodies di Firenze per l’evento su indipendent labels, diggers, vinyl stores inserito anche nel cartellone di Bologna Estate 2021.

Ritorno del vinile La prima edizione dell’evento si è tenuta ad ottobre dello scorso anno e, malgrado le restrizioni per l’emergenza Covid19, ha potuto godere di una grande partecipazione. Nell’ultimo anno la musica ha vissuto un momento drammatico venendo a mancare gli spazi grazie ai quali viene condivisa e promossa. E’ però sopravvissuta in rete, nell’intimità delle case e grazie a moltissimi musicisti e produttori che non si sono arresi ed hanno continuato a comporre. Il digitale è certo una rivoluzione, ma il disco in vinile ha una vita propria e sfida la storia con successo sino ai nostri giorni. Nell’era del consumo immateriale, vinili e cassette continuano ad occupare una solida posizione di mercato e questo mercato è sempre più aperto, omogeneo e incredibilmente intergenerazionale.

Sostegno ai negozi di dischi Negozi di dischi protagonisti quindi e particolarmente colpiti dalle conseguenze della pandemia ma che ora sembrano aver avuto anche particolari attenzioni da parte del ministro Dario Franceschini che ha firmato un nuovo decreto che stabilisce un intervento finanziario per un settore che vive una crisi drammatica: si parla di 2,5 milioni (anno 2021) per sostenere i negozi di dischi. “Gli esercizi commerciali che vendono dischi, – ha detto il ministro – appartengono al mondo della cultura e come tali, è doveroso aiutarli e sostenerli nella momento della ripartenza”.

Espositori Appuntamento quindi il 5 giugno al Link, roccaforte dell’underground, luogo che da tempo lavora con la musica, a stretto contatto con label, promoter, dj, artisti, tecnici e creativi e che ancora una volta vuole mettere la musica al primo posto. Non solo dancefloor, questo settore è una realtà fatta di reti, concept, fatica e passione e che va oltre al mercato perché produce benessere sociale. Il Link supporta quindi le etichette italiane indipendenti coinvolte in questa rassegna. LABELS: Altrimenti Rec (BO) Archeo Rec (FI)
Bellissima Rec (PR)
Black Angus Records (Foligno)
Bosconi Rec (FI)
Imaginaria Records/Neu Ritmi (FI)
Kansas Rec (BO)
New Interplanetary Melodies (FI)
Pareidolia (BO)
Pizzico Records (MO)
Quindi Records (FI)
Ragoo Rec (BO)
Railway Movement + Tofino ( L’Aquila )
Roots Underground Records (FI)
Strictly Groove, Erezioni, La Bella Di Notte, Seminato (RE) Tava tava Rare (BO)
Trend Records (RN)
Vncbrg records (VR). DEALERS:
Black Marmalade Records (PU) Caveargento (PG)
Gino Disco (RM)
Herrera (PI)
Hocus Pocus (RM) Musica Musica (PG) Reparto Vinile (AL) Ruff D (BO) Sanantonio 42 (PI) Vinyl Pusher (BO) Zeta (BO).

Incontri “Music Store Social Club 1981\2021 l’evoluzione dei negozi di dischi tra musica di importazione e varie umanità locali”. Questo il tema del primo incontro. I negozi di dischi a partire dalla fine degli anni ’70 sono stati i punti di riferimento per gli appassionati di musica luoghi di conoscenza e di scambio di informazioni, un crocevia di persone, mode culturali bizzarre ed opinioni variegate. Ne parleranno alcuni protagonisti dell’epoca: Vincenzo Viceversa dell’associazione St.Art, ideatore dell’incontro nonché dj ed autore di fanzine a partire dagli anni ’80 fino a discoid magazine; Ferruccio Belmonte titolare del negozio dark Mephisto negli ‘80 e poi primo art director del Cocoricò; Edoardo pietra miliare della diffusione culturale discografica di Perugia con il suo paradiso sonoro Musica Musica negozio aperto nel 1982 ed ancora riferimento importante per tutti i collezionisti; Joe Montana dj origine new wave e titolare nei ’90 di Dance All Day negozio riferimento discografico del triveneto e zone ex jugoslavia. “Stampare vinile nel 2021
opportunità e sfide nel mondo della musica indipendente” è invece il titolo del secondo appuntamento della giornata con Patrick Gibin (Mother Tongue VR), Andrea Pasini (Mother Tongue VR), Enrico Crivellaro (Neroli VR).

Musica Ad aprire i vari dj set della giornata saranno Joe Montana (Ser Distribution), Stefano Tucci (Musica Musica) e Viceversa play A BIT AT “you & me” (Night Vibez Record). A seguire Mayo Soulomon, Fabrizio Maurizi (LINK), Predator (Vncbrg Rec), gAs VS Flavio Deff (LINK), Marco Celeri / Rico Herrera, feat. Manu Archeo (Archeo Recordings), LEDX feat. Rufus (Quindi Rec) Dj Iommi
Guenda O’C, Volcov & Patrick Gibin.

I commenti sono chiusi.