giovedì 24 settembre - Aggiornato alle 00:40

Buon compleanno 20th Century Boy (& Girl): a Perugia la festa per i tre anni

Al Rework si celebra il concept di Dj Fofo. È partito da un gruppo Facebook che oggi conta oltre 2000 iscritti

Tre anni di 20th Century Boy (& Girl)

di A.G.

Tre anni di musica, tre anni di ‘20th Century Boy (& Girl)’. Venerdì 31 gennaio al Rework club di Perugia si festeggia il compleanno del concept dedicato alla musica del ventesimo secolo e ideato da Fabrizio Croce, meglio noto come Dj Fofo.

Il gruppo Facebook Alla base di tutto, l’idea di condividere quotidianamente tra amici, su un gruppo Facebook, le memorie e le suggestioni di una vita passata attorno e dentro la musica.  Dalla rete al dancefloor: ‘20th Century Boy (& Girl)’ è diventato un appuntamento mensile del club di Sant’Andrea delle Fratte, per ascoltare, o meglio riascoltare e rivivere, quella che può considerarsi una vera e propria colonna sonora. A oggi la pagina Facebook e il gruppo contano oltre 2200 persone che contribuiscono giorno dopo giorno a condividere ricordi, temi, emozioni sonore che hanno accompagnato la loro vita. Tutti i giorni il maestro di cerimonie, Fofo, dà il cosiddetto “LA” con un post dedicato a un protagonista o a una vicenda della storia della musica: un input che spinge il gruppo e i suoi membri a condividere canzoni, ricordi, commenti. Le citazioni musicali appartengono a tutti i generi e spesso si estendono fino ai giorni nostri, offrendo un panorama musicale variegato e spesso caleidoscopico. L’età media dei componenti del gruppo, che è aperto ben al di là della provocatoria regola dell’essere nati nel 20° secolo, è tendenzialmente alta, ma non mancano le eccezioni tra i più giovani, incuriositi spesso da quell’insieme di informazioni che accompagnano i link pubblicati dagli iscritti.

L’evento L’idea vincente, poi, è stata quella di trasferire tutto questo mondo virtuale in occasioni di ritrovo, all’interno di un locale informale, distante come concezione dai grandi contenitori che vanno per la maggiore e disponibile a sperimentare nuove soluzioni per vivere una tranquilla serata in compagnia e all’insegna di un sano divertimento: apertura alle ore 20.00, musica già accesa a ritmi blandi per creare atmosfera e, soprattutto, possibilità di cenare a buffet sul posto, superando uno degli elementi che negli anni ha spostato sempre più tardi l’arrivo in discoteca. Una ricetta semplice ma realmente efficace, che in altri paesi rappresenta la normalità e che ha riportato a frequentare locali e a tornare a provare il gusto e del ballo tante persone che non avevano luoghi dove ritrovarsi e divertirsi in compagnia, se non nel cuore della notte. Lo spirito della serata è anche quello, dichiarato apertamente nella frase che in ogni occasione fa da sottotitolo all’evento, di far rivivere al pubblico i tempi in cui tutti insieme «si ballava cantando di gioia e rivoluzione». Divertirsi, ma anche socializzare, riflettere, condividere pensieri ed emozioni.

I commenti sono chiusi.