Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 16:15

Ludopatia e altre forme di dipendenza dal web, conclusi gli incontri online con gli studenti promossi dal Movimento Consumatori

Camerieri: «Auspichiamo, anche sotto forma di follow up, prossime presentazioni in presenza non appena le condizioni lo permetteranno»

Si sono conclusi mercoledì 29 Marzo il ciclo di incontri online con gli studenti dell’ISTITUTO D’ISTRUZIONE SUPERIORE MARCO POLO/RUGGERO BONGHI di Santa Maria degli Angeli e Bastia Umbra nell’ambito del progetto “NON AZZARDIAMO…CI” promosso dal Movimento Consumatori Sezione Territoriale Umbria.

Approfondimento Federico Menichelli dell’Associazione Culturale Lavori in Corso di Perugia, coordinatore degli incontri che hanno visto la partecipazione di decine di studenti, ha voluto ricordare ai partecipanti che il progetto “NON AZZARDIAMO…CI” originariamente era stato pensato per essere svolto con incontri in presenza presso gli istituti scolastici. Purtroppo, il perdurare della crisi epidemiologica Covid-19, ha costretto gli organizzatori a rimodulare il progetto preservando in ogni caso l’intento originale del progetto, utilizzando quindi il digitale non solo come canale di comunicazione ma come strumento realizzativo dell’intero progetto.
Durante gli incontri, dopo la visione online dei materiali filmici realizzati, è seguito un confronto molto partecipato con gli studenti sui temi relativi alla ludopatia e alle altre forme di dipendenza dal web. “Nonostante le difficoltà causate da questa grave crisi epidemiologica – ha dichiarato Massimo Camerieri presidente del Movimento Consumatori Sezione Territoriale Umbria – siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto e auspichiamo, anche sotto forma di follow up, prossime presentazioni in presenza non appena le condizioni lo permetteranno”. Il progetto “NON AZZARDIAMO…CI” è realizzato nell’ambito del “Programma generale di intervento della Regione Umbria con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico. Ripartizione 2018”.

I commenti sono chiusi.