Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 15 giugno - Aggiornato alle 21:04

Via in Umbria al primo esperimento nazionale di degustazione collettiva del luppolo

‘Luppolo made in Italy’ è un progetto di filiera per valorizzare questa eccellenza italiana che si fa sempre più spazio nel made in Italy

Luppolo in Altotevere

La prima campagna collettiva di degustazione di Luppolo nella storia della luppolicoltura italiana è partita. Il progetto è avviato da ‘Luppolo made in Italy’ una rete che opera alla realizzazione della filiera del luppolo presente nel panorama italiano. Grazie al progetto costruito con il supporto della misura 16.2.1 del Psr della Regione dell’Umbria una rete di produttori agricoli ha introdotto questa nuova coltura organizzando la produzione e la trasformazione in ogni suo aspetto. Il luppolo sta divenendo una nuova eccellenza del made in Italy agroalimentare e viene impiegato principalmente per la produzione delle pregiate birre artigianali, le craft beer, che sono protagoniste di una rivoluzione del gusto nel mondo della birra.

Degustazione collettiva La rete di imprese ‘Luppolo Made in Italy’ ha lanciato la prima campagna collettiva di degustazione collettiva nella storia della luppolicoltura italiana. I campioni gratuiti del raccolto 2020 sono disponibili per tutti gli appassionati di Luppolo, per gli Homebrewers e i mastri birrai ma anche per gli aspiranti produttori agricoli e quanti sono interessati alle erbe aromatiche e ai prodotti della salute e del benessere.

Fancelli Stefano Fancelli, presidente della rete Luppolo made in Itay ci ha detto: «Ogni partecipante può scegliere un percorso personalizzato: il nostro luppolo può essere degustato e sperimentato in fiori essiccati o in pellet e potrà essere utilizzato anche per produrre della birra da immettere in commercio – ha aggiunto- seguendo delle semplici regole che ne tutelino la gratuità e valorizzino la nostra collaborazione con il birrificio. Ci sono oltre 200 persone che stanno partecipando alla nostra campagna! Abbiamo ancora la possibilità di far partecipare 50 appassionati. Il nostro staff ti contatterà per decidere insieme quale percorso di degustazione e sperimentazione sarà più interessante per te»

Approfondimento Il programma della campagna offre alcune attività comuni a tutti gli aderenti, come fare parte di un team di degustazione, con la compilazione della ruota sensoriale durante il panel test e una sessione collettiva di degustazione. «Degustare il luppolo -scrivono gli organizzatori – è un esperienza che accende i sensi e permette di scoprire gli incredibili odori che questa pianta condensa nei suoi fiori. Con la guida dei degustatori esperti di Luppolo Made in Italy tutti potranno scoprire i segreti e la qualità del luppolo italiano.In più Luppolo Made in Italy sta organizzando una sorpresa: un evento in presenza per degustare il luppolo tutti insieme, un’iniziativa che sarà organizzata in piena sicurezza, seguendo la normativa sanitaria derivante dall’Emergenza Covid-19 nel corso del mese di luglio. Invece la presentazione pubblica della Campagna avverrà il prossimo 19 giugno a Città di Castello in un evento previsto nell’ambito della manifestazione Only Wine, il Festival nazionale dedicato alle piccole cantine e ai giovani produttori, in uno spazio dedicato alla birra artigianale e alla sua Filiera agricola».

Contatti E’ possibile contattare la rete al 3662361784  oppure a [email protected]

I commenti sono chiusi.