Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:11

Terra Madre, l’Umbria in vetrina al Salone del Gusto di Torino: sotto i riflettori i Distretti del Cibo

Cibo come occasione di ‘rigenerazione’. All’evento internazionale Regione, Assogal, Slow Food e aziende locali hanno presentato con successo le eccellenze agroalimentari del territorio

L'Umbria a Terra Madre con le eccellenze del territorio

Rappresentare e raccontare l’Umbria con la carta vincente del gusto, della bellezza, del profumo, del sapore, della qualità. Così era annunciato e così è stato. L’Umbria protagonista all’ultima edizione di “Terra Madre” Salone del Gusto 2022, l’evento internazionale dedicato al cibo “buono, pulito e giusto” e alle politiche agroalimentari di qualità che si è svolto dal 22 al 26 settembre al Parco Dora di Torino. Regione Umbria, AssoGAL Umbria, Slow Food Umbria e alcune aziende locali hanno presentato le produzioni agroalimentari di eccellenza del territorio attraverso un ricco calendario di eventi, incontri e degustazioni. Una sinergia comunicativa che ha acceso i riflettori sul cibo come occasione di “rigenerazione”, un’occasione di rinascita e ripresa in modo particolare dopo la grave crisi socio-economica conseguente all’emergenza sanitaria da Covid 19.

Tradizione e innovazione L’evento “Terra Madre” Salone del Gusto 2022 ha evidenziato la sintonia tra Regione Umbria, Gal e filiera Slow Food a favore del territorio, ha promosso le eccellenze agroalimentari frutto del connubio fra tradizione e innovazione, di saperi e sapori unici e, per questo motivo, patrimonio identitario regionale. “Una vetrina importante per le eccellenze dell’Umbria – dichiara con soddisfazione l’assessore regionale all’Agricoltura Roberto Morroni – un’ulteriore occasione per affermare il ruolo centrale dell’agroalimentare per lo sviluppo dell’economia regionale, ma non solo, poiché la nostra produzione è ambasciatrice dell’immagine complessiva del territorio”.

Degustazioni e presentazioni Lo stand istituzionale Umbria, inaugurato dall’Autorità di Gestione del PSR 2014 – 2022, Franco Garofalo, e dal presidente di AssoGAL Umbria, Gionni Moscetti, ha ospitato numerose degustazioni funzionali a far conoscere e apprezzare i prodotti dei Presidi Slow Food e delle aziende agricole presenti in fiera, grazie al sostegno di AssoGAL Umbria. Durante i cinque giorni dell’evento sono stati presentati: il Mazzafegato e il Vinosanto da uve affumicate dell’Alta Valle del Tevere, la Fagiolina del Trasimeno, la Fava Cottora dell’Amerino e le Comunità dell’Olio Rajo. All’interno dello stand istituzionale, inoltre, si è tenuta la presentazione dei Distretti del Cibo, a cura di Regione Umbria e AssoGAL Umbria, e l’incontro dal titolo “Biodiversità e Innovazione”, a cura di Regione Umbria e 3A – Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria.

I commenti sono chiusi.