Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 febbraio - Aggiornato alle 22:41

Pampepato di Terni, doppia certificazione Igp prima di Natale: D’Antonio e Paggi&Serangeli

Sale a sette il numero di produttori che possono commercializzare il dolce col marchio blu dell’Ue

Perché si raggiunga la doppia cifra bisognerà sicuramente attendere il 2023 ma intanto il numero dei produttori di Pampepato, quello a marchio Igp, è recentemente salito a sette. Le pasticcerie Fratelli D’Antonio e Paggi&Serangeli, sottoposti al test degli addetti specializzati, hanno ricevuto il nulla osta dal parco tecnologico 3A che ha già in coda altri due laboratori prenotati: quello del forno Belli, il cui pampepato fa il giro del mondo pure in estate, e pasticceria La Modernissima che ha recentemente cambiato location. Segnali positivi in vista di un Natale al quale il dolce locale tipico della festività arriva sulla cresta di un’importante onda mediatica: dalla festa del torrone di Cremona fino al meeting di Confartigianato gettando le basi per un futuro evento dedicato nonché la costituzione di un apposito consorzio di tutela.

I commenti sono chiusi.