Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 maggio - Aggiornato alle 22:14

Due oli Farchioni conquistano le ‘foglie’ del Gambero Rosso: prima volta per azienda con grandi volumi di vendite

Importanti riconoscimenti conquistati dal gruppo agroalimentare con sede a Gualdo Cattaneo nell’ambito della Guida Oli d’Italia 2021, «tra cultivar italiane e sostenibilità contadina»

Farchioni, olio 'Collezione di famiglia'

di D.N.

Con 30 milioni di bottiglie vendute, pari all’11% del volume totale delle vendite di olio evo in Italia, Farchioni 1780 è il leader del mercato dell’olio nella gdo italiana. Le ‘foglie’ del Gambero Rosso, pertanto, rappresentano un risultato particolarmente significativo perché è la prima volta che la Guida del Gambero premia un’azienda con queste caratteristiche. Due foglie rosse per la ‘Collezione di famiglia’ e una foglia verde per la ‘Selezione’. Questa la bacheca dei riconoscimenti conquistati dal gruppo agroalimentare con sede a Gualdo Cattaneo nell’ambito della Guida Oli d’Italia 2021 del Gambero Rosso.

Azienda multiregionale L’obiettivo di realizzare prodotti squisitamente italiani e lo stretto radicamento nel territorio fanno dell’umbra Farchioni una azienda “multiregionale”, attiva ormai da anni per promuovere lo sviluppo dell’olivicoltura in diverse regioni della nostra penisola. Infatti, la superficie degli oliveti aziendali di proprietà conta 450 ettari ripartiti tra Umbria, Lazio, Puglia e Toscana. E nei prossimi anni è previsto un incremento fino a un totale di 1309 ettari.

Sostenibilità contadina “Ciò che ci distingue e che ci rende leader del settore è, prima di tutto, l’attenzione maniacale per l’eccellenza della parte produttiva agricola”, spiega Giampaolo Farchioni, manager di Farchioni Olii. In più, continua, “i nostri investimenti in innovazione – dalla produzione al confezionamento alla vendita – sono ispirati al principio della sostenibilità contadina, che mette al bando gli sprechi, spesso addirittura controproducenti nei confronti della qualità. Proprio come facevano i nostri nonni nell’azienda agricola, ma con in più le conoscenze e la sensibilità di oggi, le nostre azioni e l’impegno che ci distingue sono tutti orientati verso la qualità dei processi e dei prodotti, la sicurezza ed il benessere dei lavoratori, la sicurezza alimentare, la tutela dell’ambiente e l’efficienza energetica. Perché noi stessi siamo i primi consumatori di ciò che produciamo: un tutt’uno tra famiglia, azienda e lo splendido ambiente che ci circonda”.

Oli premiati Ecco i premi e i prodotti nel dettaglio: due foglie rosse per il ‘Collezione di famiglia’, un blend delle seguenti cultivar: Frantoio, Corregiolo, Moraiolo, Leccino. Una foglia verde per il Selezione 100% italiano, sulla base della cultivar Favolosa.

I commenti sono chiusi.