Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 28 gennaio - Aggiornato alle 05:53

Budelli di porchetta e crostini briachi: inseriteli nell’Arca del gusto Slow food

L’appello per due ricette a rischio sparizione nella gastronomia

Venerdì, nonostante il forte temporale che si è abbattuto su Città di Castello, all’Orto & Bio è stato presentato il progetto di inserimento nell’Arca del Gusto di due prodotti tradizionali dell’Alta Valle del Tevere  che rischiano l’oblio: budelli di porchetta e crostini briachi. Agli intervenuti, dopo una breve saluto del gestore del negozio, è stato presentato il progetto Arca e descritti i due prodotti di cui verrà richiesto l’inserimento nel progetto mondiale. Durante la presentazione è stato tra l’altro sottolineato che dopo la recente chiusura di due storiche macellerie, Bigotti e Rebiscini, per quanto conosciuto, non c’è più nessuno che produce i budelli di porchetta a causa anche dalle non sempre coerenti norme igieniche vigenti. E’ stato messo anche in evidenza che i crostini briachi non sono presenti in nessun menù dei ristoranti Altotiberini. «Le ricette private – spiegano gli organizzatori dell’appuntamento – fanno spesso uso di ingredienti che nulla hanno a che fare con la ricetta originale che era stata pensata per confezionare un dolce che negli svaghi del dopoguerra potesse essere realizzato con ingredienti comunque presenti nelle dispense familiari. Alla fine dell’iniziativa, i presenti, hanno brindato, degustando, tra l’altro, crostini con Fagiolina del Trasimeno, il primo presidio Slow Food creato in Umbria.

I commenti sono chiusi.