Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 14 giugno - Aggiornato alle 22:48

Una seconda start up entra nell’incubatore Dinamo Lab. E’ l volta dei servizi per la città

Via a City Up, ripensando al legame tra istituzioni, cittadini e turisti. Ecco i particolari del nuovo progetto

Dinamo Lab, incubatore di start up innovative con sede a Città di Castello, apre le sue porte a una nuova start up. Dopo Parking My Car, ad accedere ai percorsi di incubazione di Dinamo Lab è City Up, innovativa realtà perugina recentemente costituita. City Up è un’app che offre molteplici servizi per le città, facilitando la comunicazione istituzionale degli enti locali, che potranno promuovere tutte le attività culturali, eventi, attrazioni turistiche. Inoltre City Up offre la possibilità ai commercianti di pubblicizzare le proprie attività, dallo shopping, alla ristorazione e hotels, fino a cinema e teatri. L’applicazione, grazie al suo avanzato software, mette a disposizione enormi strumenti di informazione per i Comuni, che potranno informare i cittadini sulle attività quotidiane, la segnaletica turistica e tour virtuali. City Up propone un modello ripensato di dialogo tra istituzioni, cittadini e turisti, creando una rete di comunicazione integrata in cui gli utenti potranno interagire e implementare i contenuti.

Approfondimento Dinamo Lab ha elaborato uno specifico progetto per supportare City Up, mettendo a disposizione della neonata start up consulenza fiscale e legale, attività di mentoring, scouting commerciale e sviluppo del network. Con l’ingresso della seconda start-up si chiude il processo di selezione iniziato con il lancio della prima call. Il fondatore di Dinamo Lab, Livio Rotini, esprime grande soddisfazione per il lavoro svolto sinora, nonostante le difficoltà affrontate con la pandemia che ha costretto l’incubatore a concentrarsi per il momento su due progetti, ai quali dedicare il massimo delle energie e delle risorse a disposizione. L’impegno di Dinamo Lab nel supporto delle realtà più dinamiche e innovative, prosegue motivazione per contribuire alla crescita dell’imprenditoria del territorio, con particolare attenzione al settore digitale che rappresenta uno dei principali campi nei quali investire per il futuro del nostro paese.

I commenti sono chiusi.