sabato 7 dicembre - Aggiornato alle 01:43

Tagina, la cigs resta fuori dal decreto sisma. Ministero rassicura: «Andrà nel dl fiscale»

Incontro al Mise tra azienda, sindacato, Regione e Comune. Via libera entro Natale con effetto retroattivo

©Fabrizio Troccoli

Il prolungamento della cassa integrazione straordinaria per la Tagina dovrebbe finire nel decreto fiscale, che sarà approvato entro il 22 dicembre. A rassicurare azienda, sindacati e Regione, nel corso di un incontro al ministero dello Sviluppo economico, alla presenza anche del sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti, è stato il direttore generale del ministero per ciò che riguarda gli ammortizzatori sociali Ugo Menziani. Lo riferiscono in una nota Filctem Cgil e Femca Cisl.

Sospiro di sollievo La rassicurazione ha riportato ottimismo dopo la delusione del mancato inserimento del decreto per la concessione degli ammortizzatori nel cosiddetto “decreto sisma” approvato nel mese scorso. Al netto degli allungamenti dei tempi, lo strumento, una volta approvato, avrà comunque carattere retroattivo; la copertura per i lavoratori partirà direttamente dal 22 ottobre 2019 ed avrà durata per i successivi 12 mesi. I sindacati si ritengono «soddisfatti dell’incontro» e auspicano che «il percorso oggi annunciato possa essere confermato nei tempi previsti».

I commenti sono chiusi.