Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 20 ottobre - Aggiornato alle 00:00

Strumenti di innovazione per le imprese della ceramica: prodotto, processo e marketing

Convenzione tra università e Regione attivano sinergie per il rilancio del made in umbria

E’ stata approvata oggi dalla Giunta regionale la Convenzione con l’Università degli Studi di Perugia volta a favorire azioni di innovazione di processo, prodotto e marketing nel settore della ceramica, nell’ambito del progetto Interreg Europe Cia. Una convenzione che rappresenta la base dell’avviso pubblico che consentirà alle imprese umbre del settore della ceramica l’accesso a servizi specifici di innovazione. L’Avviso, di prossima pubblicazione, rappresenta il culmine di un lavoro sperimentale, fondato sul modello della tripla elica e dunque sul lavoro sinergico tra la Regione, l’Università e le imprese. Il modello di azione oggi sperimentato ha lo scopo di offrire agli operatori economici del settore ceramico strumenti flessibili ed efficaci per apportare innovazione nelle proprie imprese.

Approfondimento Le aziende interessate potranno partecipare all’avviso esprimendo la specifica esigenza di innovazione in una delle tre aree tematiche, di processo, prodotto o marketing. A seguito della valutazione le imprese utilmente collocate in graduatoria potranno beneficiare dei servizi dell’Università degli Studi di Perugia per soddisfare l’esigenza specifica rappresentata, con spese interamente coperte dall’avviso. «Quello della ceramica – sottolinea l’assessorato regionale allo sviluppo economico – è un settore tradizionale e di grande pregio per la nostra regione. La Convenzione approvata oggi ed il relativo avviso pubblico rappresentano uno strumento nuovo ed una sperimentazione interamente dedicata per supportare ed innovare i settori tradizionali del “made in Umbria”. La sinergia instaurata con il mondo dell’innovazione e la messa a sistema delle eccellenze del nostro territorio rappresenta e deve rappresentare un punto di forza della nostra regione».

I commenti sono chiusi.