Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 17 settembre - Aggiornato alle 21:18

Rete di imprese Terni tech economy cerca personale: decine di posizioni aperte

Tte conta dieci aziende del settore Ict, e 6.000 clienti, il fatturato supera i 50 milioni di euro: le figure richieste

di M.R.

Cercano di continuo personale da formare e riscontrano difficoltà a reperire risorse umane sul territorio. Sono le dieci aziende di tecnologia dell’informazione e della comunicazione aderenti alla rete Tte, Terni tech economy, sviluppatori di soluzioni digitali e software, telematica, editoria multimediale e altro ancora per i clienti più diversi, piccole e grandi realtà, locali e non solo. Al momento ci sono decine di posizioni aperte, forse 50 in tutto: Tte cerca soprattutto ingegneri gestionali, programmatori informatici e laureati in Economia e commercio; recentemente è entrato in squadra un fisico.

Terni Tech Economy Tte è una rete di imprese del ternano che nasce nel 2017 su iniziativa di Gianluca Bellavigna del gruppo Maestrale, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di collaborazione, crescita e competitività delle aziende attraverso progetti digitali su misura e recentemente, causa Covid ha intensificato l’attività, dato il crescente diffuso ricorso alle nuove tecnologie informatiche: «L’e-commerce, generalmente visto come il nemico numero uno del commercio di prossimità, ha rappresentato un servizio alle strutture fisiche Oltre a Maestrale, ne fanno parte Afea, Euromedia, Sistematica, DiGi One, Ict Labs, Netaddiction, Pagine Sì, Polo Informatico e X3 Solutions. Al momento, dati forniti in occasione della presentazione del bilancio ‘Compra e vinci’ di Confcommercio, le dieci realtà imprenditoriali, accomunate da un codice etico sotto il nome di Tte, contano 6.000 clienti e 600 occupati, il fatturato supera i 50 milioni di euro.

Gianluca Bellavigna – Maestrale

I commenti sono chiusi.