Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 17 settembre - Aggiornato alle 22:01

Polo idrogeno a Gualdo Cattaneo, Cittadini liberi: «Schiaffo alla città di Terni»

L’associazione rilancia le osservazioni di Federmanager e Pd e attacca la Regione: «Classe politica impreparata e miope»

«La notizia meritoriamente rilanciata da Federmanager di Terni in merito alla localizzazione a Gualdo Cattaneo di un polo regionale dell’idrogeno da inserire tra i progetti prioritari del Recovery Plan rappresenta l’ennesimo, intollerabile affronto a Terni e al suo territorio. Ennesimo e intollerabile perché frutto di una visione verticistica della Regione dell’Umbria che si nutre della ormai una conclamata incapacità della classe politica locale, di ogni colore, di comprendere l’importanza delle questioni in gioco; classe politica impreparata e miope, impegnata nella retorica dei ‘sussidi’ e lontana da ogni visione di riconversione produttiva, innovazione industriale e riqualificazione ambientale del territorio». Parole dure che portano la firma di Marco Sciarrini, presidente dell’associazione Cittadini liberi e che fanno seguito a quelle di due esponenti Pd.

Cittadini liberi «Questa scelta – si legge nella nota diramata dallo stesso – determinerà la destinazione di finanziamenti comunitari (e soprattutto ingenti investimenti privati in Ricerca e sviluppo) lontano dalla nostra area urbana complessa che vanta, invece, una indiscussa e inarrivabile esperienza nel settore dell’idrogeno e delle fonti rinnovabili. Inoltre, come giustamente sottolineato da Federmanager, la localizzazione a Terni avrebbe ricadute rilevantissime (neppure lontanamente immaginabili in altre aree della nostra Regione), rispondendo, tra l’altro, ai criteri previsti dall’Ue per i progetti di transizione ecologica. Riteniamo sia indispensabile determinare un ripensamento immediato di questa scelta incomprensibile, chiamando in causa tutte le forze che non intendono rassegnarsi all’irreversibilità del declino della nostra città».

I commenti sono chiusi.