Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 28 gennaio - Aggiornato alle 07:15

Perugia è la città più economica dove affittare casa

Per il report di SoloAffitti è anche tra i capoluoghi col maggiore incremento dei canoni

©Fabrizio Troccoli

Perugia è tra le due città più economiche dove affittare casa, l’altra e Campobasso. A dirlo è il report annuale condotto dall’ufficio studi di SoloAffitti, franchising immobiliare specializzato nelle locazioni con oltre 300 punti in Italia, che ha analizzato le tendenze di mercato nei 20 capoluoghi di regione italiani.

Affitti, Perugia è la città più economica Dall’analisi emerge che il canone medio a Perugia è di 395 euro, mentre a Campobasso di 396. Cifre, queste, decisamente contenute rispetto alla città più cara d’Italia, ossia Milano, che invece si attesta a 1.048 euro, staccando Roma di più di 200 euro: nella capitale, infatti, l’affitto medio è di 835 euro. Al terzo posto, invece, si piazza Trento con 749 euro e al quarto Bologna con 410 euro.

A Perugia anche l’incremento più alto del canone Restando in Umbria, comunque, secondo SoloAffitti, a Perugia si registra anche l’incremento dei canoni più significativo rispetto al 2020, con un aumento del 9 per cento eguagliato solo da Trento e superato solo da Catanzaro (+11 per cento). In tutta Italia, invece, il mercato degli affitti fa registrare un +2,6 per cento medio sui canoni anche se dal rapporto emerge un andamento a due velocità: gli affiti dei capoluoghi medi e piccoli sono cresciuti mediamente del 4,6 per cento in confronto al 2020 e nelle città metropolitane dell’1,6 per cento, ma ci sono anche zone in cui si registra una recessione dei prezzi degli affitti soprattutto a Campobasso (-6 per cento), in leggero calo i canoni anche a Cagliari (-2), Venezia (-2) e Potenza (-1).

I commenti sono chiusi.