lunedì 23 settembre - Aggiornato alle 02:40

Coop-Superconti, l’Usb denuncia discriminazioni tra lavoratori

Il sindacato: «Ci sono dipendenti di serie A e quelli di serie B»

Prodotti Coop (foto U24)

«Coop Centro Italia non si smentisce.  Continua a discriminare una parte dei propri dipendenti». Questa la denuncia del sindacato Usb.

Dai tempi della concertazione «Sugli scaffali dei supermercati Superconti – si legge nella nota – sono presenti ormai da anni i prodotti a marchio Coop, è di dominio pubblico che l’azienda Superconti è di proprietà Coop Centro Italia, ma siamo costretti a sottolineare, per l’ennesima volta, che i lavoratori e le lavoratrici dei negozi Superconti non ricevono lo stesso trattamento su vari versanti. Ad esempio per quanto riguarda lo svolgimento dell’attività degli inventari (per i quali i lavoratori di Superconti vengono costretti a turni pesanti, spesso contravvenendo agli obblighi previsti dal contratto rispetto ai riposi) ed anche rispetto alle chiusure festive. L’azienda insomma considera quello di Superconti un dipendente di serie B».

I commenti sono chiusi.