martedì 16 luglio - Aggiornato alle 10:31

‘Clicca e vinci’, così l’economia circolare diventa idea d’impresa al liceo Alessi di Perugia

Regione e Sviluppumbria premiano gli studenti che hanno realizzato i progetti imprenditoriali migliori: primo posto alla III A

La premiazione

Si chiama “Clicca e vinci” l’idea progettuale che si è classificata prima alla finale della terza edizione della migliore business idea de “La mia impresa”, il percorso per le competenze trasversali e l’orientamento degli studenti del terzo anno del liceo scientifico “Galeazzo Alessi” di Perugia, realizzato in collaborazione con Sviluppumbria. A Perugia nel Salone d’Onore di Palazzo Donini, dopo l’illustrazione di 12 dei 40 progetti realizzati dagli studenti della scuola, alla presenza di imprenditori che hanno raccontato ai ragazzi le caratteristiche delle loro attività, la dirigente del Liceo Alessi, Francesca Volpi, il direttore regionale alle attività produttive, Luigi Rossetti, e il direttore di Sviluppumbria, Mauro Agostini, hanno premiato le prime tre idee classificate: il primo progetto classificato è “Clicca e vinci- Guarda con noi il futuro”, realizzato dalla III A.

I PROGETTI E I NOMI DEGLI STUDENTI

I primi tre L’idea propone un Gratta e Vinci gratuito, disponibile attraverso applicazioni per telefoni e tablet e finanziato dalle pubblicità che si selezioneranno all’inizio del gioco riservato ai maggiorenni e con giocate limitate per evitare eccessi di giocate e contrastare la ludopatia. L’obiettivo è incentivare l’economia circolare e salvaguardare l’ambiente e si vinceranno dei buoni da spendere per l’acquisto di prodotti realizzati da aziende all’insegna della sostenibilità. Seconda idea premiata è JUnKEBOX: il progetto ideato dalla III D, propone un jukebox a forma di cestino della spazzatura con scomparti per la raccolta differenziata che rilascia ticket per l’ascolto della musica. Al terzo posto è stato scelto ECODRINK della III A, che ha proposto un distributore di bevande nel rispetto dell’ambiente.

Fare impresa a scuola Prima della premiazione è stato spiegato dalla dirigente del Liceo Alessi, Francesca Volpi, che gli studenti guidati dai docenti di diritto della scuola e da esperti di Sviluppumbria, si sono messi alla prova, assumendo le sembianze di giovani imprenditori e riproducendo, attraverso simulazioni, alcune delle fasi proprie di un modello lavorativo aziendale. I docenti, come attività extracurriculare, hanno coinvolto gli alunni in momenti di apprendimento teorico e in momenti più propriamente operativi e laboratoriali, offrendo loro principi e concetti giuridico/economici propedeutici allo svolgimento dei vari percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex Alternanza Scuola Lavoro) previsti dalla scuola. Ogni classe è stata divisa in gruppi di 5 studenti che hanno presentato, nel corso di una preselezione, la propria idea d’impresa che quest’anno ha avuto come tema l’economia circolare. Una commissione ha poi proceduto alla selezione di 40 business idea. Di queste, 12 hanno partecipato alla competizione finale che ha previsto l’analisi dei progetti da parte di una commissione composta da imprenditori, rappresentanti delle istituzioni e della scuola.

Non semplici idee «Il contest promosso dal liceo Alessi sui temi di impresa legati, in questo caso all’economia circolare, è estremamente significativo per tre ordini di motivi – ha detto il direttore regionale, Luigi Rossetti -. Il primo legato alla comprensione delle dinamiche dell’attività di impresa, fondamentale per l’alternanza scuola/lavoro. La seconda è quella legata all’assunzione dei principi di gestione di impresa, un elemento fondamentale che è bene che sia trasferito anche nel contesto dell’apprendimento in ambito scolastico. Infine, il terzo punto è quello dell’importanza dell’economia circolare come elemento di sviluppo dell’impresa e della comunità. L’iniziativa della scuola quindi, coglie a pieno le dinamiche di innovazione proprie della Regione Umbria». «Per noi è un appuntamento fisso e che non può essere soppresso dall’agenda di Sviluppumbria – ha spiegato il direttore dell’Agenzia, Mauro Agostini – E’ un momento di incontro con il liceo Alessi, con i ragazzi e i docenti. Questo è un anno particolare – ha aggiunto – perché mentre nelle precedenti edizioni questi progetti belli e interessanti restavano allo stato di idee, quest’anno, con l’implementazione del Living Lab a Perugia che prevede anche una piattaforma online, potranno diventare espressioni imprenditoriali a tutti gli effetti, fruendo anche dell’assistenza tecnica per sviluppare il piano d’impresa».

I commenti sono chiusi.