domenica 8 dicembre - Aggiornato alle 00:03

Brunello Cucinelli, ricavi a +8,8% sul 2018: «Ordinativi ci fanno prevedere un buon 2020»

I conti dei primi 9 mesi dell’anno: forte crescita soprattutto nei mercati esteri. Il patron: «Nostro brand molto apprezzato»

L'interno della Brunello Cucinelli ©Fabrizio Troccoli

Ricavi netti a 459,2 milioni di euro, +8,8% a cambi correnti (+7,7% a cambi costanti) rispetto ai 422,1 milioni di euro al 30 settembre 2018, con incremento nei mercati internazionali pari al +10,2%, e nel mercato italiano del +2,2%. Sono i numeri dei primi nove mesi del 2019 della Brunello Cucinelli spa.

Previsioni di un bel 2020 «Siamo ormai quasi alla fine di questo 2019 – commenta il re umbro del cashmere – anno eccellente per la nostra industria, sia sotto il profilo dei numeri, sia sotto quello dell’immagine. Molto, molto bene il sell-out di stagione Autunno Inverno e l’atmosfera di grande apprezzamento intorno al brand. Dietro a questi risultati, possiamo immaginare una chiusura dell’anno in corso con una bella crescita del fatturato intorno al 9% ed una sana crescita dei profitti. Vista l’evoluzione nel mercato mondiale del ready to wear made in italy di lusso e l’importantissima raccolta ordini Primavera Estate 2020, prevediamo che anche il prossimo possa essere un altro bell’anno di crescita del fatturato e dei profitti, in linea con il nostro progetto decennale».

 

I commenti sono chiusi.