Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 00:56

Biosfera Unesco del Monte Peglia: dai cambiamenti climatici effetti gravissimi

«Essenziale il rafforzamento dei modelli di governance indipendenti e la sinergia con le organizzazioni agricole»

Un'area del Monte Peglia

“Occorre ricordare, nella giornata Mondiale dell’alimentazione, che i sistemi alimentari hanno il potenziale per nutrire la salute umana e sostenere la sostenibilità ambientale e che tuttavia, attualmente, come si legge in recente studio, stanno minacciando entrambi. Fornire a una popolazione globale in crescita diete sane da sistemi alimentari sostenibili è dunque la sfida più immediata e urgente che i nostri sistemi agricoli e industriali sono in grado di affrontare, questa è la grande sfida, fornire cibo di qualità e sostenibile alla popolazione mondiale grande parte della quale non è adeguatamente nutrita, ed è urgente e necessaria una trasformazione globale del sistema alimentare”.

Nubifragi e alluvioni in aumento “Vanno, detto questo, non solo evidenziati i punti salienti dei vari Report ufficiali, ossia che nel 2021 vi sia stato un aumento esponenziale di nubifragi, alluvioni, trombe d’aria, grandinate e ondate di calore, la gravissima penalizzazione dell’agricoltura, con il miele che ha avuto il 95% in meno della produzione rispetto al 2020, l’olio in alcune zone del centro nord dell’80%, la frutta e vario altro ancora e tutto e ciò a causa a causa di eventi climatici estremi che hanno gravato sul agricoltura per circa 14 miliardi di euro negli ultimi dieci anni” dichiara l’avvocato Francesco Paola Presidente della Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia “né è sufficiente solo ricordare che nella regione mediterranea il riscaldamento superi del 20% l’incremento medio globale della temperatura, che l’Italia si trova quindi in una posizione di particolare vulnerabilità rispetto agli effetti del cambiamento climatico, e che l’ultimo rapporto della Banca Mondiale evidenzia che 216 milioni di persone nel mondo entro il 2050 saranno costrette a lasciare le proprie case a causa del cambiamento climatico”.

Paola: Idee alternative “Quello di cui occorre avere consapevolezza” prosegue il Presidente Paola “è che questi processi si governano con idee e strategie alternative e con le consapevolezze culturali che devono generare i collegamenti tra i cittadini e gli agricoltori “custodi dei territori” così come vanno incrementati e rafforzati tutti i modelli di governance indipendenti e professionali a tutti i livelli catalizzando tutte le migliori risorse dei territori così come la Riserva della Biosfera Unesco sta facendo. A questi fini la Riserva Mondiale della Biosfera Unesco del Monte Peglia propone una “carta delle sfide alimentari” alle Organizzazioni agricole il cui ruolo è essenziale. L’incremento in termini di qualità culturale e consapevolezze che può provenire da queste sinergie potrà essere rilevante”. “Analoghi pericoli alle popolazioni” conclude il Presidente Paola “provengono dalle derive demagogiche e dalla disinformazione, è terribile anche solo immaginare che soggetti investiti di cariche istituzionali possano alzare muri di boicottaggio e disinformazione in danno della popolazione per tentare di perpetuare inadatte condotte e poteri autoreferenziali in tali contesti così evidenti e gravi”.

I commenti sono chiusi.