Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 8 dicembre - Aggiornato alle 10:56

Al Premio Schiavazzi Treofan e Carrefour, Terni protagonista per ‘Il lavoro che verrà’

La pandemia vissuta dalla coppia Stefano e Cinzia tra una fabbrica chimica in liquidazione e un supermercato chiuso

Terni protagonista del video Giulia Paltrinieri e Giulia Presutti che si sono aggiudicate il premio Vera Schiavazzi raccontando storie di lavoro ai tempi della pandemia Covid-19, storie di posti persi, anche all’interno della stessa famiglia, quella di Stefano, dipendente della fabbrica chimica Treofan ancora oggi sotto i riflettori in attesa di reindustrializzazione (nel video numerose testimonianze dal sito), e di Cinzia, ex dipendente dell’ormai chiuso Carrefour di via Bramante.

Terni Con il racconto della storia di Stefano e Cinzia, marito e moglie la cui vita lavorativa è cambiata nell’epoca Covid, immortalata in un video sul tema ‘Il lavoro che verrà’, le due ‘Giulie’ si sono aggiudicate il premio, intitolato alla giornalista di Repubblica (che riporta la notizia) e fondatrice della Scuola di Giornalismo di Torino scomparsa improvvisamente nel 2015 e organizzato dall’associazione Allievi del Master in Giornalismo ‘Giorgio Bocca’, è giunto alla quinta edizione. «In molti hanno partecipato – rivela il quotidiano -: le due autrici, ex allieve della scuola di giornalismo radiotelevisivo di Perugia, con il loro video però hanno saputo raccontare le diverse contraddizioni del mondo del lavoro alle prese con la pandemia con un prodotto ben costruito, girato e montato con professionalità e piena padronanza del media. A loro è andato il premio di 3mila euro, oltre a un albero donato per coltivare la memoria di Vera Schiavazzi nel ‘Bosco di Vera’. Il premio è patrocinato da associazione Stampa Subalpina, Ordine dei Giornalisti del Piemonte e Centro Studi Gino Pestelli. In giuria quest’anno Ettore Boffano (Il Fatto Quotidiano), Lorenza Castagneri (Rai), Selma Chiosso (La Stampa), Federica Cravero (La Repubblica), Paolo Griseri (La Stampa), Marco Imarisio (Corriere della Sera), Simonetta Rho (Rai), Luca Rolandi (Centro Studi Pestelli), Enrico Romanetto (Cronacaqui) e Stefano Tallia (Rai). Durante la cerimonia sono stati premiati i vincitori dell’edizione 2020 del Premio, Emanuele Granelli, ex allievo del Master in giornalismo “Giorgio Bocca” di Torino e Cristiana Mastronicola,  ex allieva della scuola di giornalismo Radiotelevisivo di Perugia. La cerimonia è stata anche l’occasione per parlare del tema “Il Lavoro che verrà”, soprattutto della condizione del lavoro femminile peggiorata dalla pandemia con l’economista e politica italiana Laura Pennacchi.

I commenti sono chiusi.