Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 25 maggio - Aggiornato alle 12:00

Verdecoprente 2021, al via gli spettacoli immersi nella natura: ‘Esercizi sul valico’

Teatro, danza, performance multidisciplinari, video art e percorsi multimediali in suggestivi angoli dell’Umbria meridionale

Spettacoli, installazioni e incontri si articolano nell’Umbria meridionale, tra il comprensorio Amerino e la bassa valle del Tevere, in provincia di Terni, una terra generosa di frutti naturali e di testimonianze storico-artistiche e archeologiche inserite tra incantevoli borghi e una natura mite e decisa, tra viti, girasoli e ulivi. Un programma ricco di attraversamenti tra boschi, borghi e sentieri del paesaggio umbro-amerino, tracciato dalla direzione artistica di Roberto Giannini e Rossella Viti di Associazione Ippocampo, che così lo presentano: «È un viaggio sul crinale sottile che separa, e unisce, tradizione e innovazione, territori urbani e rurali, comunità di artisti e di cittadini, eventi di piazza e incontri raccolti intorno alle case, con performer e abitanti insieme a raccontare e ad ascoltarsi». Tutti gli spettacoli si svolgono all’aperto, con ingresso gratuito. I posti sono limitati, alcuni spettacoli sono per uno o due spettatori alla volta, è necessaria la prenotazione. Dal 6 agosto è richiesto il green pass, secondo la normativa vigente. Per informazioni e prenotazioni: Roberto Giannini 3272804920 – mail: [email protected] – web: verdecoprente.com

‘Esercizi sul valico’ Il titolo di questa edizione, nato in un periodo di pandemia, vuole significare, per attori e spettatori, fare esperienza del teatro come spazio di relazione, incontrare linguaggi artistici diversi, accogliere la pratica del corpo nella natura, entrare in una scena grande quanto una scatola o in un accogliente camper-teatro, seguire una voce nascosta nel bosco o nelle cuffie calate sulle orecchie, riconoscere una fiaba tra le ombre, o ritrovare le storie della tua famiglia nei racconti di teatranti esploratori e un po’ antropologi. Spettacoli ‘tout public’, che raccontano storie dirette a un pubblico ampio e di varie generazioni. Le storie appunto, in cui si mescolano, come in un antico calderone, le voci dei borghi e dei boschi, senza distinzione tra città e frazioni, tra nord e sud del territorio attraversato, l’Umbria meridionale. Un intreccio di drammaturgie, sguardi, riflessioni e sensibilità, in cui questo Verdecoprente raccoglie visioni, utopie, esperienze del quotidiano r-esistere declinate in un’idea e in una pratica culturale, artistica e sociale, offerte alle comunità come potente arma poetica da condividere. E lo fa attraverso progetti ‘di scena’ che gli artisti definiscono e presentano durante la loro residenza nel territorio, per tutti ‘attraversare un valico’ è passare da uno stato all’altro e scoprire che nel cammino può cambiare il tuo passo, la tua voce, il tuo sguardo, e anche che un luogo quotidiano può trasformarsi in teatro.  Alviano, Amelia con Collicello, il Sentiero di Palliccio e Porchiano Del Monte, Giove, Guardea e Frattuccia, Lugnano in Teverina, Montecchio e Melezzole, l’Oasi wwf Lago di Alviano-Guardea, non sono solo bei luoghi da visitare, ma qui diventano originali teatri che si spostano e si modificano con chi li abita. Nel segno di un teatro ‘ri-trovato’ nel suo valore più grande: quello della relazione.

Spettacoli, eventi e programma degli appuntamenti ‘Fuori (il) Corpo a cura’: pratiche in cammino a cura di Lucia Guarino e Futura Tittaferrante 20 giugno dalle h 10.30, da Lugnano in Teverina al Sentiero di Palliccio  h 10. ‘Tessere il valico’: esperienze tra cammino e teatro con Valentina Fanoni e Andrea Mori 18 luglio h 18.30 Frattuccia, frazione di Guardea, piazzetta della Chiesa  22 luglio h 21.15. ‘Tessere il valico’: Melezzole, frazione di Montecchio, p.zza dei Carabinieri 24 luglio h 21.00. ‘Tessere il valico’: Lugnano in Teverina, casale vocabolo macchia. ‘Redivino’: spettacolo Cabaret  (sostituisce Barbleu Parbleu) di e con Stefano Greco e Laura Pece, teatri della viscosa 29 luglio h 21.30, Lugnano in Teverina, piazzetta le Logge 31 luglio h 21.30,  Montecchio, slargo in via del Piazzone 1 agosto h 21.30 Alviano, chiostro Castello. ‘Als – Forme di vita’: performance di danza di e con Chiara Marolla, collabora Cinzia Sità 7 agosto h 18.30, Lugnano in Teverina, da via delle Logge III 8 agosto h 18.30 parco Arco della Pace, nell’ambito del Festival Teatro Ragazzi di Guardea. ‘Caravan Stories’: performance mulimediale per uno spettatore di e con Serena Di Blasio e Luigina Tusino, insieme a ‘Dance box/ Parco ottico’: di e con Carla Taglietti / Le Strologhe 11 agosto dalle 17.30 alle 20.00  Giove, piazza Trento e Trieste 12 agosto dalle 17.30 alle 20.30  Guardea, Parco ‘Arco della Pace’ 13 agosto dalle 17.30 /alle 20.30 Alviano, piazza Bartolomeo di Alviano e Castello. ‘Fòle’: teatro di narrazione, canti e musiche Carla Taglietti e Valentina Turrini / Le Strologhe 22 agosto h 18.00 Collicello, fraz di Amelia. ‘Chthonia’: performance multimediale di e con Annamaria Civico, sound Marta Paccara 4 sett – h 16.30 e h 18.30  Oasi wwf Lago di Alviano – Guardea 5 sett – h 10.30 Oasi wwf Lago di Alviano – Guardea. ‘Barbleu parbleu’: teatro d’ombre di Valerio Marini / Gruppo Zeri_T in settembre, data da destinarsi.

Videoart, installazioni e percorsi interattivi ‘Connessioni’, videoart a cura di Raffaella Tomellini
9 settembre in connessione tra Lugnano in Teverina e altri luoghi italiani. ‘Fuori (il) Corpo’, installazione di fotografie a cura di Futura Tittaferrante e Lucia Guarino dal 20 giugno al 30 settembre, sentiero di Palliccio – Porchiano del Monte (Amelia) per una visita guidata chiamare Marcello Paolocci, curatore del Sentiero 3428784501. ‘Væksthus’, nella serra dell’Odin Teatret, installazione per voci, immagini, profumi a cura di Rossella Viti e Roberto Giannini da agosto a ottobre, spazio Verdecoprente Lugnano in Teverina, su prenotazione. ‘Orienteering Drama_Lugnano in Teverina’,  percorso-gioco immersivo e interattivo a cura di Roberto Giannini e Rossella Viti da giugno a ottobre. Partenza spazio Verdecoprente, su prenotazione.

Il progetto Verdecoprente dal 2012 promuove, produce e diffonde pratiche sceniche e artistiche della contemporaneità, con l’obiettivo di offrire nuove e rinnovate esperienze della creazione scenica e della sua fruizione e alimentare il dialogo artisti/territorio per sollecitare interesse sia verso i linguaggi di una scena multimediale, che verso il proprio patrimonio, visibile e invisibile; agire sulla percezione dell’arte e della cultura, sulla loro necessità e sostenibilità, per comprenderne la capacità di incidere sull’economia e la promozione del territorio. Il progetto gode del sostegno della regione Umbria e della collaborazione dei Comuni di Alviano, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecchio, dell’Oasi wwf Lago di Alviano-Guardea con il patrocinio della Provincia di Terni e dei Comuni di Amelia e Giove, la partecipazione del Cesvol Terni, e di www.ognipasso.it.  Due parole chiave per questa edizione creata selezionando sette tra novantadue proposte pervenute per la call annuale, e con altre produzioni ospiti. Proposte in cui trapela, e con forza, l’esercizio quotidiano della ricerca artistica, il coraggio di muoversi sul suo confine, fisico, temporale, di linguaggi, la forza di percorrere altre interessanti strade di espressione e comunicazione con il fruitore, il pubblico.

 

I commenti sono chiusi.