Quantcast
mercoledì 19 maggio - Aggiornato alle 04:39

Umbria Jazz, nuova line up della serata conclusiva del 16 luglio dedicata al Brasile: Gismonti al posto di Djavan

La serata ‘Brazilian meeting’ di UJ17 potrà contare anche sul compositore e polistrumentista brasiliano. Confermati il trio di Hamilton De Holanda e Stefano Bollani

Hamilton De Holanda

di Dan. Nar.

Al centro del ‘Brazilian Meeting: Bollani, Gismondi, De Holanda’ di Umbria Jazz ’17, in programma all’arena Santa Giuliana il 16 luglio, protagonisti della scena saranno quindi tre grandi artisti come Stefano Bollani, Egberto Gismondi e Hamilton de Holanda. Umbria Jazz chiude così alla grande anche il capitolo dell’ultima serata dedicata alla musica brasiliana, completando finalmente la line up: dopo Bollani e De Holanda già annunciati arriva quindi anche Gismonti che prende il posto di Djavan, l’artista brasiliano precedentemente ospite ma che ha cancellato di recente il suo tour europeo.

I tre set Il programma del ‘Brazilian meeting’ comincerà alle ore 20.45 con tre diversi set: quello del trio di Hamilton De Holanda con Stefano Bollani ospite speciale, poi Egberto Gismonti, Bollani e De Holanda insieme, ed infine l’Orquestra Baile do Almeidinha, diretta dallo stesso De Holanda.

KRAFTWERK MA NON SOLO: I NOMI DI UJ 2017

Gli artisti Hamilton è un virtuoso del bandolim, un mandolino normalmente a 8 corde. Hamilton ne ha aggiunte però altre due sviluppando nello stesso tempo una tecnica per sfruttare tutte le possibilità dello strumento a 10 corde. Con il bandolim Hamilton ha suonato samba, jazz o musica classica, da solo, con orchestre o con gruppi jazz. “Un tesoro nazionale”, lo ha definito Wynton Marsalis. Il trio di Hamilton De Holanda che si ascolta a Perugia è lo stesso (Thiago da Serrinha alle percussioni e Guto Wirti al basso) con cui ha vinto un Latin Grammy 2016 per il disco dedicato a Chico Barque de Holanda. Ospite speciale del trio è Stefano Bollani, che con Hamilton ha una ormai consolidata partnership e che alla musica brasiliana ha dedicato dischi e concerti. Il pianista milanese sarà poi ancora sul palco per un incontro inedito con lo stesso Hamilton e con una delle personalità più importanti della musica brasiliana moderna, Gismonti, compositore e polistrumentista che alla formazione classica ha aggiunto l’amore per il folklore, il jazz, la world music. La conclusione della serata, ed anche del festival, sarà con l’Orquestra Baile do Almeidinha ed i suoi ospiti, che inevitabilmente farà ballare tutta l’arena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.