Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 7 maggio - Aggiornato alle 22:07

Terni omaggia il poeta Furio Miselli con un cocktail a base di Viparo: ecco il ‘Furium’

Farà presto il giro dei bar su iniziativa del collettivo Gente Cantamaggio l’aperitivo ideato dal fondatore di Occca, Marco Natali

di Mar. Ros.

La ‘ternanità’ concentrata in un cocktail da aperitivo, a base di Viparo, mosto, caffè e chissà che altro è riuscito a inventare stavolta l’ideatore di Occca, Marco Natali. Recentemente tornato a Terni, dopo un’esperienza da barman a Bologna e una stagione alla Rana muta di Montefiascone, il 36enne si è subito fatto promotore di una trovata di ‘marketing territoriale’, legata alla cultura cittadina, quella letteraria e anche quella folkloristica, non senza quella del buon bere, il ‘Furium’; un omaggio al poeta dialettale ternano Furio Miselli.

Furium Il prodotto, apprezzato da diversi titolari di bar, e promosso dal collettivo ‘Gente Cantamaggio’ che sta facendo di tutto per mantenere viva la tradizione dei Carri di maggio nonostante la pandemia, si vocifera che sarà distribuito e disponibile in bottiglia per un primo campione da 100 pezzi in almeno dieci locali della città di Terni. Sull’etichetta, ovviamente, Furio Miselli e chissà che non sia un modo per far conoscere il poeta alle giovani generazioni. Nelle prossime ore si dice saranno resi noti tutti i soggetti coinvolti nell’iniziativa, senza dubbio destinata a far parlare di sé.

I commenti sono chiusi.