Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 23:22

Terni, la proposta del M5s: «La Cascata delle Marmore cornice di Umbria Jazz»

Dopo l’atto di indirizzo sulla manifestazione, i Pentastellati lavorano affinché «le meraviglie ternane diventino patrimonio di un’intera nazione»

«L’esperienza pandemica attuale ci ha insegnato che la rinascita segue la volontà ed il coraggio. Nella nostra visione futura c’è una Terni le cui meraviglie diventano patrimonio di un’intera nazione, non solo di questa città». È quanto si legge in una nota del Movimento 5 stelle di Terni. I Pentastellati, compiaciuti per il fatto che il patron Carlo Pagnotta abbia finalmente aperto al ritorno di Umbria Jazz a Terni, esprimono soddisfazione anche per una ritrovata unità con la maggioranza, con la quale auspicano di organizzare l’evento all’altezza della Cascata delle Marmore.

Moviemento 5 stelle Terni  Il gruppo sottolinea l’importanza di manifestazioni musicali per il territorio: «Siamo estremamente soddisfatti che, dopo le prime resistenze, il patron di Umbria Jazz Carlo Pagnotta abbia finalmente aperto al ritorno della stessa manifestazione a Terni. L’apertura, di cui danno notizia oggi i giornali, segue direttamente all’approvazione dell’atto di indirizzo presentato dal M5S nel consiglio comunale di Terni per ‘impegnare l’amministrazione ad intraprendere un percorso per contribuire al progetto di Umbria Jazz itinerante’. Tutto questo – proseguono dal movimento – ci riporta sempre più verso una nuova visione del territorio, capace di coniugare le bellezze paesaggistiche con gli eventi musicali di un certo livello». I Pentastellati hanno contribuito con un atto di indirizzo al progetto Umbria Jazz itinerante: «Ricordiamo che l’atto approvato all’unanimità in consiglio comunale a Terni nasce dalla proposta, approvata tramite emendamento votato anch’esso all’unanimità in consiglio regionale nel luglio 2020 del nostro portavoce Thomas De Luca ‘per sostenere performance itineranti e diffuse sul territorio regionale, per promuovere, quei molti luoghi in Umbria con un forte potenziale attrattivo’».

Unità ritrovata con la maggioranza Lo step successivo del Movimento sarà quello di portare l’Umbria Jazz nella cornice della Cascata delle Marmore. «Estrema soddisfazione quindi per la ritrovata unità, – commenta tutto il gruppo pentastellato – ringraziamo per questo la maggioranza per la sensibilità e lo spirito costruttivo dimostrato. Stessa soddisfazione anche per il fatto che anche il patron di Umbria Jazz, Carlo Pagnotta, che dopo le prime resistenze si sia convinto della bontà dell’atto votato dall’assemblea legislativa, di cui forse all’inizio non aveva compreso bene lo spirito. Adesso la sfida è quella di lavorare congiuntamente per riuscire ad organizzare un’evento all’altezza della splendida cornice della Cascata delle Marmore. L’esperienza pandemica attuale ci ha insegnato che la rinascita segue la volontà ed il coraggio. Nella nostra visione futura c’è una Terni le cui meraviglie diventano patrimonio di un’intera nazione, non solo di questa città».

I commenti sono chiusi.