giovedì 3 dicembre - Aggiornato alle 14:38

Terni, la festa di primavera chiude fra Magnamaggio e Gran galà delle canzoni

Concerto degli Altoforno rinviato, ma l’ente Cantamaggio non rinuncia a una serata in musica: «Semo nati pe’ canta’»

Foto dal post Fb Ente Cantamaggio

‘Sali sul carro’, Aperimaggio, Magnamaggio e pure il Gran galà della canzone maggiaiola. La festa di primavera, che anima la città di Terni da ben 123 anni e che nel 2019 ha visto trionfare il gruppo dei Giovani maggiaioli arronesi, prima ai microfoni del concorso canoro poi alla consegna del panno per il miglior carro della sfilata,  sta per volgere al termine ma il cartellone eventi è ancora ricco e non ternìminerà prima di lunedì 6 maggio.

(G)ente Cantamaggio Dopo il successo dei carrelli al parco Ciaurro, la tradizionale sfilata bagnata dalla pioggia il 30 aprile e i primi appuntamenti in Largo Frankl la Conca si prepara a vivere gli ultimissimi giorni della festa di Primavera. Il fine settimana prevede ‘Sali sul carro’, l’iniziativa con animazione a cura dei gruppi maggiaioli ma anche Magnamaggio con un seminario sulla produzione del Ciliegiolo di Narni, passato in pochi anni da vino da taglio ad ambasciatore del territorio. L’evento è curato da Slow Food Interamna Magna e Associazione Produttori Ciliegiolo di Narni. Nel cartellone non manca Ricantamaggio, il progetto Sonidumbra – Cedrav nato per convogliare le energie creative ternane in una nuova idea di festa: diverse le band locali in concerto, a cura di (G)ente Cantamaggio. Segue l’aperitivo di Primavera Aperimaggio.

Gran galà Rimandato a data da destinarsi, per motivi tecnici, il concerto degli Altoforno ma l’associazione ente Cantamaggio non vuole rinunciare ad una serata in musica e allora ecco che propone l’alternativa:.

Cantamaggio 2019 Domenica torna ‘Sali sul carro’ e poi Magnamaggio dedicato ai Penchi, laboratorio sulla pasta artigianale dimenticata. Sarà impossibile rinunciare all’assaggio finale della ricetta tipica preparata dal vivo da un mastro pastaio. Alle 18 di domenica il Centro Europe direct presenta ‘Il Cantamaggio, alle origini di un’antica festa europea’ –progetto cofinanziato dalla Commissione Europea, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Ricerca in Medicina Tradizionale e Antropologia. Alle 19.00 calici al cielo per per l’Aperimaggio e dalle 21.00 Chiusura in musica, con Concerto e festa finale. In verità però l’ultimissimo evento in programma è quello di lunedì 6 maggio al Teatro Secci: alle 21.15 va in scena ‘Ngilina, commedia musicale in dialetto ternano di Alighiero Maurizi, con musiche del compianto Corrado Fedrighi. Recita la Nuova Compagnia Teatro Città di Terni e Unione italiana Libero Teatro.

I commenti sono chiusi.