Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 19 settembre - Aggiornato alle 12:57

Stagione lirica sperimentale, tra Britten, Pergolesi e Puccini. Al via con la kermesse ‘Eine kleine musik’

75esimo anno di attività del Lirico. In scena dal 6 agosto, con l’anteprima musicale targata Gino Negri, e fino al 25 settembre a Spoleto e nei principali teatri dell’Umbria

Sara Cortolezzis

di Dan. Nar.

Al via la 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria che, malgrado le vicissitudini in seguito al Covid-19, avrà inizio con la consueta kermesse musicale al Teatro Caio Melisso [spettacoli: venerdì 6 agosto ore 18, sabato 7 agosto ore 18 e ore 20.30], in collaborazione con il Comune di Spoleto nell’ambito di Spoleto d’estate: ‘EINE KLEINE MUSIK 2021’. Al prologo con musiche e testi di Gino Negri, seguirà l’opera ‘Giovanni Sebastiano’ sempre di Gino Negri, vincitrice del Prix Italia nel 1967.

Anteprima E se un giorno ci svegliassimo credendo di essere Johann Sebastian Bach? Una scelta decisamente interessante, a tratti visionaria, quella della direzione artistica dello Sperimentale – da quest’anno formata dal maestro Michelangelo Zurletti, affiancato dal prof. Enrico Girardi – che sulla scelta di Gino Negri commenta: «Compositore italiano del ‘900 – della stessa generazione della così detta avanguardia, con cui condivideva molti aspetti sia poetici che estetici – Negri dedicò uno sguardo anche a forme “più leggere” e meno impegnate di musica come quella per la pubblicità, il cinema e il teatro di prosa. Questa curiosa e brillante composizione teatrale, in cui viene innestata con molta sapienza e ironia l’antica pratica barocca della parodia, ne è uno splendido esempio». Direzione musicale e al pianoforte il maestro Lorenzo Masoni. L’innovativa regia di Giorgio Bongiovanni – assistito da Bianca Maria D’Amato – sarà realizzata con l’allestimento scenico di Andrea Stanisci e le luci di Eva Bruno. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, risultati vincitori o idonei ai Concorsi “Comunità Europea” per giovani cantanti lirici di Spoleto 2020 e 2021. «L’autore – afferma il regista Giorgio Bongiovanni – è una delle figure più eclettiche dell’ambiente musicale milanese degli anni ’60 e ’70: compositore, musicista, divulgatore, capace di coniugare con estrema naturalezza l’altezza della musica colta, con la “bassa” musica di consumo, con la pubblicità; sempre giocando con uno stile molto personale, lontano della cosiddetta “avanguardia”, ma anzi ricorrendo a continui riferimenti e citazioni di forme classiche».

Inaugurazione Inaugurerà ufficialmente la 75ma stagione, infatti, ‘THE RAPE OF LUCRETIA’, opera da camera di Benjamin Britten su libretto di Ronald Duncan, in scena al Teatro Caio Melisso di Spoleto venerdì 3 settembre alle ore 21 [repliche: sabato 4 settembre ore 21 e domenica 5 settembre ore 18]. Sul podio il maestro Salvatore Percacciolo, che torna a Spoleto dopo il grande successo nella direzione de Il Barbiere di Siviglia del 2019. La regia, l’allestimento scenico e i costumi saranno curati dall’eclettica Giorgina Pi, assistita da Valerio Vigliar, con luci di Andrea Gallo e video di Bluemotion. Cantanti solisti e strumentisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. Ispirata a testi di Livio, Ovidio e Shakespeare, “Lo stupro di Lucrezia” – questa la traduzione italiana dell’opera – tratta il tema della violenza con uno sguardo particolare: «una pagina del Novecento inglese – afferma il neo-condirettore artistico Enrico Girardi – che rischia di essere perennemente attuale visto il tema, e che è interessante, non soltanto dal punto di vista del suo contenuto drammatico, ma anche di una sensibilità, di uno stile e di una vocalità che è molto distante rispetto a quella della tradizione italiana».

Intermezzi del ‘700 Seguirà l’ormai tradizionale e attesissimo appuntamento degli Intermezzi del ‘700, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano – Centro Studi Pergolesi diretto dal prof. Claudio Toscani, sempre al Teatro Caio Melisso da venerdì 10 settembre alle ore 21 [repliche: sabato 11 settembre ore 21 e domenica 12 settembre ore 17]. Questa prima rappresentazione dell’intermezzo L’AMMALATO IMMAGINARIO – nell’edizione critica di Gaetano Pitarresi – offre al pubblico un’interessante finestra sul Barocco italiano con un titolo pressoché inedito di Leonardo Vinci, figura chiave e di grande fascino della scuola napoletana. L’ensemble strumentale e i cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto saranno diretti anche quest’anno dal maestro napoletano Pierfrancesco Borrelli, immancabile ospite della rassegna spoletina. La regia e l’allestimento scenico saranno curati da Andrea Stanisci con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis.

Teatri umbri L’intermezzo napoletano, in dittico con LA SERVA PADRONA di Giovan Battista Pergolesi, sarà poi rappresentato in occasione della Stagione Lirica Regionale 2021 nei principali teatri umbri dal 22 al 25 settembre 2021. La tournée inizierà mercoledì 22 settembre alle ore 21 all’Auditorium San Domenico di Foligno, per poi fare tappa al Teatro degli Illuminati di Città di Castello [giovedì 23 settembre alle ore 21], al Teatro Comunale di Todi [venerdì 24 settembre alle ore 21] e concludersi al Teatro Sergio Secci di Terni sabato 25 settembre alle ore 21.

Doppia sfida «Doppia sfida per il Teatro Lirico Sperimentale: mettere in scena le attività e il cartellone 2021 – sostiene il Direttore generale Claudio Lepore – un triplo salto mortale! Da un lato ci sono state le difficoltà legate alla pandemia, dall’altro quelle di rendere compatibili le vigenti norme anti Covid con il ritorno in teatro e di adattare alcuni spettacoli in spazi non convenzionali, quali i teatri di Terni e Foligno. Quest’anno sarà particolarmente difficile anche perché il debutto dei giovani artisti avverrà con un cartellone molto articolato che comprende, tra l’altro, un’opera di Britten, tanto affascinante quanto complessa».

Operalieder Confermato per mercoledì 15 settembre alle ore 21 nella Sala Monterosso del Complesso di Villa Redenta a Spoleto l’appuntamento con Operalieder: la teatralizzazione di un programma liederistico per una serata incentrata sul tema de L’AMORE DA LONTANO, con due magnifiche raccolte di musiche di Ludwig van Beethoven e Robert Schumann. Al pianoforte il maestro Luca Spinosa e al violoncello il maestro Matteo Maria Zurletti. Ideazione e coordinamento Enrico Girardi. Coreografie Daniela Malusardi e luci di Eva Bruno. Cantanti solisti del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Gran finale anche al Morlacchi Concluderà il cartellone della 75ma Stagione Lirica Sperimentale di Spoleto e dell’Umbria il nuovo allestimento della MADAMA BUTTERFLY di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, in scena al Teatro Nuovo di Spoleto nei giorni di venerdì 17 settembre (I RAPPRESENTAZIONE) e sabato 18 settembre (II RAPPRESENTAZIONE), alle ore 20.30 e domenica 19 settembre (III RAPPRESENTAZIONE) alle ore 17. Nei giorni di martedì 14 settembre alle ore 18, mercoledì 15 settembre alle ore 16 e giovedì 16 settembre alle ore 18 si terranno le anteprime per studenti, anziani e associazioni. L’opera, inoltre, sarà in scena lunedì 20 settembre e martedì 21 settembre alle ore 21 al Teatro Morlacchi di Perugia, parte della tournée della Stagione Lirica Regionale 2021. Dirige l’O.T.Li.S Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale il maestro Carlo Palleschi, particolarmente legato all’Istituzione spoletina da diversi anni. Regia e allestimento scenico di Stefano Monti, assistito da Monique Arnaud, con luci di Eva Bruno e costumi di Clelia De Angelis. Cantanti solisti e coro del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto.

Teatro musicale «Sono molto orgoglioso di presentare, con il maestro Michelangelo Zurletti e tutto il Lirico Sperimentale – continua Girardi – una stagione che è molto ricca e varia nella sua natura, a testimonianza della curiosità dello Sperimentale verso la molteplicità delle forme del teatro musicale. Un programma ambizioso che permetterà ai cantanti di praticare stili e vocalità diverse, e al pubblico di aprire i propri orizzonti su nuove pagine del teatro musicale». «La diminuzione del numero dei posti in teatro prevista dalla normativa anti Covid-19 – continua Lepore – comporterà necessariamente una riduzione delle entrate da botteghino che andrà a influire in maniera rilevante sulla sostenibilità economica, ma siamo certi che la Regione Umbria e il Comune di Spoleto non faranno mancare il sostegno necessario. Ciò che più conta è l’aver retto la sfida del Covid nel 2020 ed essere riusciti anche quest’anno a portare l’Opera nelle principali città dell’Umbria».

Cantanti Protagonisti della stagione saranno i cantanti vincitori e idonei dei Concorsi 2020 e 2021, oltre a quelli che la Direzione artistica ha selezionato tra i cantanti che si sono presentati alle audizioni e cantanti vincitori delle scorse edizioni: Chiara Boccabella, Dyana Bovolo, Luca Bruno, Roberto Calamo, Sara Cortolezzis, Nicola Di Filippo, Oronzo D’Urso, Elena Finelli, Candida Guida, Maria Stella Maurizi, Alberto Petricca, Giacomo Pieracci, Matteo Lorenzo Pietrapiana, Tosca Rousseau, Elena Salvatori, Luca Simonetti, Giorgia Teodoro, Magdalena Urbanowicz, Andrea Vincenti, Federico Vita.

Iniziative collaterali In occasione dei 75 anni di attività – grazie a uno specifico sostegno del Ministero della Cultura e della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto – l’Istituzione organizzerà inoltre specifiche iniziative a Spoleto quali la mostra del fotografo Riccardo Spinella “Diaframma Opera” – 20 anni di scatti fotografici di opere del Teatro Lirico Sperimentale, presso le sale dell’ex Monte di Pietà in via Saffi e una mostra di documenti e di autografi dell’Archivio Storico al Centro Studi Belli-Argiris in Piazza Bovio, entrambe curate per l’allestimento da Andrea Stanisci e per il coordinamento archivistico, documentario e le ricerche d’archivio da Raffaella Clerici e Gianluca Bocchino. Il 9 settembre al Teatro Nuovo di Spoleto sarà organizzato un concerto celebrativo dei 75 anni di attività diretto dal maestro Carlo Palleschi, che vedrà protagonisti ex allievi ora in carriera di fama internazionale, preceduto dal convegno “Sperimentare lo Sperimentale”, con la partecipazione del musicologo Giancarlo Landini e altri studiosi e moderato da Enrico Girardi. Le celebrazioni – nel 2021 al Teatro Lirico Sperimentale è stata conferita la TARGA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA per i 75 anni di attività – coincidono anche con l’inaugurazione delle attività di Operabiblio, la biblioteca del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto che ha come sede gli spazi dell’ex Caserma Minervio, coordinate dal direttore generale Claudio Lepore e Marta D’Atri, assistente della direzione ed esperta nel settore biblioteconomico. Le attività 2021 sono rese possibili grazie a Ministero della Cultura, Regione Umbria, Comune di Spoleto, Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, Fondazione Francesca, Valentina e Luigi Antonini e grazie alla collaborazione della Provincia di Perugia e dei Comuni di Perugia, Foligno, Città di Castello, Todi e Terni.

Info e biglietti I biglietti della stagione sono in vendita presso le rivendite Ticket Italia (a Spoleto Box 25 – Piazza della Vittoria, 25) e sul sito di Ticket Italia al seguente link: https://ticketitalia.com/teatro/75-stagione-lirica-sperimentale-2021. Per informazioni chiamare il numero 0743.221645 – 338.8562727 oppure visitare i siti www.ticketitalia.com e www.tls-belli.it. EINE KLEINE MUSIK 2021 – Ingresso unico 8€. I biglietti sono in vendita anche nei giorni 6 e 7 agosto dalle ore 16 presso il Teatro Caio Melisso di Spoleto: [email protected]

I commenti sono chiusi.