Currently set to Index
Currently set to Follow
domenica 19 settembre - Aggiornato alle 13:58

Spoleto, il Due Mondi si chiude con 22 mila spettatori e oltre la metà degli spettacoli sold out

Il bilancio dell’edizione numero 64 che si è chiusa domenica: «Spinta verso la ripresa di tutto il settore dello spettacolo dal vivo»

Un momento del concerto inaugurale

Oltre 22 mila presenze e 340 mila euro di incasso per più di 90 appuntamenti in 17 giorni tra concerti, spettacoli di teatro e danza, incontri dal vivo e in streaming, eventi digitali, mostre e progetti speciali. Sono questi i numeri della 64esima edizione del Festival dei Mondi che si chiude domenica. Tra gli altri dati illustrati nel corso della conferenza stampa anche il tasso di occupazione media del 95%, con più della metà degli spettacoli sold out. «L’edizione 64 – è stato detto domenica – conferma l’interesse e la partecipazione del pubblico, la rilevanza internazionale della proposta, e la spinta verso la ripresa di tutto il settore dello spettacolo dal vivo».

I dati Secondo i numeri forniti dall’organizzazione del festival 130 mila sono state le persone che hanno utilizzato la mobilità alternativa, «comparabili a edizioni pre-covid». In tutto 708 gli artisti coinvolti e 168 tecnici delle compagnie di spettacolo (173 internazionali e 535 italiani), che hanno potuto contare su uno staff di 217 persone tra personale assunto e collaboratori, tecnici e personale di sala; oltre 50 invece i passaggi su tv nazionali, 20 quelli radiofonici, 602 articoli su quotidiani e periodici e oltre 2.300 segnalazioni sul web.

Festival digitale In crescita anche i numeri della partecipazione digitale durante il Festival, con 64.289 utenti che hanno visitato il sito web – con un incremento del 56,4% rispetto ai 39.269 del 2020. Le sessioni sono state 95.251 – con un incremento del 73,14% rispetto ai 55.015 del 2020 – dato che «conferma che il sito web è stato uno strumento largamente utilizzato per la consultazione, anche vista la ricchezza di contenuti disponibili e complementari, come libretti di sala, blog, contenuti in diretta streaming, foto e video». I dati di referral di Google segnano un totale di 45.025 conversioni di contatto dal motore di ricerca al sito web. È stato molto seguito anche il Digital stage del Festival: la programmazione di incontri in diretta streaming, con due spettacoli disponibili sul sito per sei serate, ha registrato oltre 147.200 visualizzazioni sul canale YouTube, 896 ore di video visualizzati su YouTube e 292 ore su Facebook. Con 2.196 nuovi contatti cresce anche la newsletter.

Sostenibilità Nel corso della conferenza stampa di domenica si è parlato anche della riduzione dell’impatto ambientale, con un taglio del 50% delle bottiglie di plastica rispetto all’anno scorso, 2.500 litri d’acqua distribuita dagli erogatori gratuiti e 1.500 borracce consegnate allo staff e agli artisti. Diverse anche le attività di sensibilizzazione, con 500 bambini coinvolti nel progetto Il Festival siamo noi per la realizzazione di elaborati svolti in classe sui temi 14 e 15 dell’Agenda europea 2030, la green parade nel centro della città e lo spettacolo La leggenda dell’Olandese Volante. Inoltre, 100 hotel e ristoranti della città hanno ricevuto 10.000 foodie bag, come strumento innovativo per la sensibilizzazione contro lo spreco alimentare con un risparmio di 1,2 tonnellate di CO2 e 6 tonnellate di cibo recuperato.

I commenti sono chiusi.