Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 1 marzo - Aggiornato alle 00:20

‘Silenzio in sala a tempo di musica’, c’è anche Perugia per la prima stagione concertistica online Amur

Realizzata dal Comitato nazionale (di cui fa parte la Fondazione Perugia Musica Classica) ha in cartellone 13 appuntamenti con le più prestigiose istituzioni concertistiche italiane

Silenzio in sala a tempo di musica, la presentazione a Parma

di D.N.

Partirà da Parma, capitale italiana della cultura, “Silenzio in sala a tempo di musica”: la prima stagione concertistica online realizzata dal nuovo Comitato nazionale Amur con il prezioso sostegno di Poste Italiane, presentata in conferenza stampa il 14 dicembre in diretta sul canale youtube della Società dei Concerti di Parma. Da gennaio ad aprile 2021 il cartellone prevede tredici appuntamenti, in altrettanti diversi teatri o sale, che saranno registrati a porte chiuse e trasmessi in streaming gratuito sul nuovo portale www.comitatoamur.it ma anche – se e quando questo sarà possibile in base alle indicazioni delle autorità – in presenza del pubblico.

Concerto a Perugia Il primo gennaio 2021 al Teatro Regio sarà la Società dei Concerti di Parma con il concerto dell’ensemble I Filarmonici di Busseto – Corrado Giuffredi, clarinetto, Giampaolo Bandini, chitarra, Cesare Chiacchiaretta, bandoneon, Antonio Mercurio, contrabbasso e Roger Catino, percussioni – a dare il via alla rassegna che coinvolge alcune tra le più prestigiose istituzioni cameristiche italiane riunite dal comitato Amur: Società dei Concerti di Parma, Società del Quartetto di Milano, Fondazione Società dei Concerti di Milano, Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli, Associazione Amici della Musica di Padova, Fondazione Musica Insieme di Bologna, Fondazione Perugia Musica Classica, Società dei Concerti di Trieste, Società del Quartetto di Vicenza, Marche Concerti, Associazione Musicale Etnea, Associazione Siciliana Amici della Musica di Palermo, Associazione Ferrara Musica. Domenica 24 gennaio, alle ore 18, toccherà alla Fondazione Perugia Musica Classica ONLUS. Appuntamento alla Sala dei Notari di Perugia con il Trio Johannes (Francesco Manara, violino, Massimo Polidori, violoncello, Claudio Voghera, pianoforte) e con Simonide Braconi (viola) e Paolo Borsarelli (contrabbasso). Presentazione di Enrico Bronzi e in programma: Simonide Braconi, Après Schubert per quintetto di pianoforte e archi, Franz Schubert, Quintetto in la maggiore per pianoforte e archi D 667 “La trota”.

Musica e fotografia “Sembra tutto fermo immobile, in realtà la musica è in movimento è viva”. Da qui nasce l’idea del fotografo Daniele Ratti che immortalerà ciascun concerto con un’unica immagine, il cui processo di impressione durerà per tutto il concerto e sarà visibile al pubblico. In questo modo il linguaggio della musica si fonderà con quello della fotografia e darà vita a un’esperienza multimediale dal forte impatto emotivo. Le fotografie dei concerti restituiranno la realtà del panorama musicale nazionale, apparentemente immobile, ma al contrario in grande fermento artistico e organizzativo. I video dei concerti saranno arricchiti con interviste agli artisti, mentre le fotografie saranno presentate in una mostra itinerante in occasione della stagione 2021/2022 nelle sedi delle istituzioni coinvolte.

Condivisione La stagione di concerti “Silenzio in sala a tempo di musica” – spiegano gli organizzatori – nasce per sfidare la crisi attraverso un progetto innovativo e condiviso e si propone anche come un utile volano per la promozione culturale e turistica del territorio. Costituisce dunque una tappa fondamentale nel percorso del Comitato Amur, creato a maggio 2020 con lo scopo di riunire le più importanti istituzioni della musica da camera italiana per promuovere attività comuni in grado di dare una risposta concreta alla vita culturale del Paese. Il Comitato Amur già questa estate ha realizzato il Festival itinerante “Musica con Vista” nei giardini e nei chiostri più belli d’Italia che ha visto la realizzazione di otto concerti dal vivo da Milano a Napoli.

I commenti sono chiusi.