Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 30 settembre - Aggiornato alle 05:20

‘Sagra del cinema’, il ritorno a Perugia è al Parco Sant’Angelo: tre giorni di proiezioni sotto le stelle

Spettacoli ad ingresso gratuito per la kermesse cinegastronomica che si inserisce all’interno delle iniziative targate Turbazioni per la rigenerazione del parco verde cittadino

L'Anfiteatro del Parco Sant'Angelo

di D.N.

La Sagra del Cinema torna a giocare “in casa”. Da venerdì 31 luglio a domenica 2 agosto la kermesse cinegastronomica ideata dall’associazione perugina MenteGlocale farà infatti tappa, nella sua inedita versione “on the road”, a Perugia, al Parco Sant’Angelo di corso Garibaldi, per tre giorni di cinema a ingresso gratuito. La tre giorni perugina è promossa da T.Urb.Azioni – Azioni Urbane con il Turbo, progetto ideato dall’associazione YaBasta Perugia! e finanziato dalla Regione Umbria e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali (ai sensi dell’articolo 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017, n.117 del 2018), con il contributo del Comune di Perugia e di Cammino Garibaldi, Il Giardino, Sapore Greco e Ristorante Mandela.

Programma Sul grande schermo gonfiabile che in quest’estate sta facendo il giro di Umbria e Toscana (una cinquantina le serate in programma tra luglio e settembre) verranno proiettati ‘Il grande salto’, opera prima di Giorgio Tirabassi (venerdì 31 luglio), Bangla, del giovanissimo Phaim Bhuiyan, miglior regista esordiente al David di Donatello 2020 (sabato 1 agosto), per concludere con il capolavoro animato per bambini di tutte le età ‘Wall-E’ (domenica 2 agosto).

Aperitivi e degustazioni Le proiezioni si terranno tutti i giorni alle 21.30, ma la giornata comincerà prima, dalle 18.30, con l’apertura del bar, musica e, in linea con la filosofia cinegastronomica della manifestazione, con aperitivi e degustazioni a tema (venerdì porchetta, in omaggio ai due borgatari protagonisti di Il grande salto, interpretati da Giorgio Tirabassi e Ricky Memphis, e sabato cucina africa, a tema con la storia multiculturale dell’italiano di seconda generazione Bhuiyan, “50 per cento bangla, 50 per cento Italia, 100 per cento Torpigna”).

Cinema e riqualificazione urbana “In questa strana estate post Covid-19 – spiegano i tipi della Sagra del Cinema – la formula itinerante ci sembrava la migliore, e ci fa molto piacere che la nostra proposta sia stata accolta anche a Perugia, nella nostra città, e che si inserisca in un progetto così interessante di riqualificazione urbana, che sta vedendo residenti, volontari e operatori economici al lavoro per riportare al centro della vita culturale cittadina un quartiere così bello e importante per tutta la città”.

I commenti sono chiusi.