Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 18:50

Roki, buona la prima per il libro di Maria Sole Giardini: giovedì presentazione alla Camera

Dalla biblioteca di Terni a Montecitorio la storia della battaglia per rendere legale la maternità surrogata in Italia, novità dall’Ue

Il book trailer iniziale, la commozione nel ripercorrere le tappe di un sentiero a ostacoli tra una condizione di salute sconosciuta sino all’adolescenza, passando per il disagio di sentirsi diverse, fino alla consapevolezza di non poter aver figli se non attraverso una madre surrogata. La storia forte di Maria Sole Giardini, da circa un anno collaboratrice di Umbria24, è in un libro pubblicato da Edizioni italiane, presentato per la prima volta a Terni, venerdì pomeriggio nella biblioteca comunale. Il testo, che racconta la sua battaglia per i diritti civili e nello specifico quello per la Gestazione per altri solidale (oggi in Italia illegale, mentre è praticata in moltissimi Paesi al mondo), offre uno spaccato del belpaese, denominato ‘Assurdistan’ in quanto percorso da ipocrisia e contraddizioni. La parentesi in bct è stata proprio l’occasione per riflettere sul modo di vedere le cose da diversi punti di vista, sulla politica, la religione, la scienza, la giustizia e l’intimità. La madre di  Maria Sole avrebbe portato avanti volentieri la gravidanza al posto di sua figlia nata senza utero, ma non può; e trattenere le lacrime quando vicendevolmente si ricordano come sono andate le cose nel corso degli anni, è impossibile. Maria Sole ha trovato la disponibilità di un’altra donna a portare in grembo il figlio suo e di suo marito Sergio, ma serve il permesso di un’aula di giustizia. Il caso è passato per il tribunale, il libro rivela la decisione. Giovedì 19 maggio ‘Roki’ sarà presentato alla Camera dei deputati. 

Foto Maria Giulia Pensosi

I commenti sono chiusi.