Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 22:42

Orvieto Tango Festival, oltre 300 ballerini italiani ed europei per la quarta edizione dell’evento

Si balla nelle piazze della città della rupe: protagoniste le milonghe e la danza popolare argentina

Ballerini di tango

Si torna a ballare il tango nella città del Duomo con la quarta edizione di ‘Orvieto Tango Festival’, evento promosso dall’associazione Officine Creative Orvietane che animerà Orvieto dal 23 al 25 luglio 2021 nelle location di piazza Duomo e del palazzo del Capitano del Popolo. Cartellone ridotto per questa edizione, ma ambizioso l’obiettivo: riunire i tangheri, professionisti e non, da ogni parte del mondo. Le milonghe e la danza popolare argentina saranno le protagoniste di questa edizione.

Tangheri Un’occasione per far amare sempre più questo ballo dal ritmo passionale e creare ogni angolo suggestivo, dal punto di vista architettonico e paesaggistico di Orvieto, una vera e propria milonga, dove i tangheri possano ballare liberamente. In questa edizione sono previsti più di 300 ballerini, un vero e proprio successo annunciato con hotels e b&b verso il sold-out. Una manifestazione organizzata in collaborazione con il consorzio Orvieto Tourism Service, con il patrocinio del Comune di Orvieto ed i contributi di regione Umbria e Camera di Commercio Umbria.

Il programma Si comincia venerdì 23 luglio con la ‘milonga Sentimenta’, uno show dei maestri ballerini vice campioni del mondo Gioia Abballe e Simone Facchini. Sabato 24 luglio lezioni a partire dalle ore 12 alle ore 18, serata in piazza Duomo con il ‘cantor’ argentino Federico Pierro. Dopo mezzanotte ci si sposta al palazzo del Capitano del Popolo con la ‘milonga Criolla’. Infine, domenica 25 luglio, workshop a partire delle 19,30 e chiusura in piazza Duomo con lo show dei maestri e milonga per ballare fino alle 24.

La scuola di tango Orvieto, la città del tango, non è solo eventi. Nel 2016 nasce una vera e propria scuola, con sede al teatro del Carmine e che, oltre ai consueti corsi, promuove l’appuntamento ‘Vieni a provare il tango argentino’.

 

I commenti sono chiusi.