Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 18 maggio - Aggiornato alle 10:55

Museo di Montefalco, dopo sei mesi riapre uno dei luoghi più visitati dell’Umbria

Dal 29 aprile si potranno tornare ad ammirare le collezioni del Complesso museale di San Francesco e lo straordinario ciclo di affreschi di Benozzo Gozzoli

Complesso museale San Francesco a Montefalco

di D.N.

Con l’atteso ritorno in zona gialla dell’Umbria, la città di Montefalco vuole inviare subito un messaggio positivo per il mondo dell’arte e per la cultura italiana. Da giovedì 29 aprile porte aperte al Complesso museale di San Francesco, dopo quasi sei mesi di chiusura per le ristrettezze dovute all’emergenza sanitaria da Covid-19. Con una media negli ultimi anni di 25.000 visitatori, il museo è uno dei più visitati dell’Umbria e coltiva un rapporto particolarmente forte con il territorio, essendo testimone ed interprete del portato valoriale ed identitario della propria comunità di appartenenza.

Gozzoli e non solo Il Complesso museale di San Francesco è quindi un autentico gioiello di arte e storia, e un forte attrattore culturale della regione Umbria. Si potrà tornare ad ammirare la chiesa di San Francesco, specchio del primo Rinascimento pittorico italiano, con gli splendidi affreschi dell’abside con “Storie della vita di san Francesco”, opera del maestro Benozzo Gozzoli, tra i più importanti cicli pittorici conservati sulla vita del santo di Assisi.

Comune Il vicesindaco con delega alla Cultura, Daniela Settimi, sottolinea l’importante momento: «Montefalco è arte e cultura e finalmente da giovedì 29 Aprile può tornare a mostrare la meraviglia dell’inestimabile patrimonio artistico custodito all’interno del Museo di San Francesco per permettere a tutti coloro che hanno a cuore la nostra città di poterlo visitare. Il comparto turistico della nostra città e il suo sviluppo economico sono strettamente legati al grande potere attrattivo del nostro Museo e all’enogastronomia, ambiti che da sempre l’Amministrazione, le aziende e le associazioni hanno saputo coniugare determinando grandi risultati per la città di Montefalco».

Gestore «Reputiamo che sia fondamentale che i luoghi culturali trasmettano segnali positivi alla collettività, riaprendo immediatamente al pubblico – dichiara Gianluca Bellucci di Maggioli Cultura, nuovo gestore del Complesso museale San Francesco –. L’azienda Maggioli in questi mesi di chiusura ha garantito la continuità lavorativa dei professionisti che operano nel museo di Montefalco, portando avanti un modello di gestione, comunicazione e marketing territoriale innovativo e che vedrà i suoi frutti fin da subito. Abbiamo voluto garantire un’apertura sette giorni su sette e con orario continuato per permettere a tutti di tornare ad ammirare i capolavori di importanza storico-artistica custoditi in questo museo. Ringraziamo tutti coloro che in questi mesi hanno continuato a seguirci online, dimostrando la loro vicinanza e il desiderio di venire a visitare il Museo. Abbiamo impiegato questo tempo negativo per trasformarlo in un vero e proprio laboratorio di produzione culturale a vantaggio dei residenti e dei turisti, che attendiamo numerosi. I nuovi progetti saranno rivolti ad ogni tipologia di pubblico, per un’esperienza personalizzata e memorabile».

Visite Per la visita al Museo di Montefalco si applicano le linee guida sanitarie necessarie per la sicurezza dei visitatori e degli operatori. Sarà in vigore l’obbligo di indossare la propria mascherina (per chi non ne fosse autonomamente provvisto saranno disponibili in loco). Lungo il percorso saranno posizionati dispenser di gel igienizzante, mentre le sale avranno una capienza contingentata nel rispetto della distanza fisica prevista per la sicurezza dei visitatori. Una segnaletica specifica ricorderà a tutti il corretto comportamento da tenere nelle varie sale del Museo. Gli orari di apertura del Complesso museale di San Francesco sono dal lunedì alla domenica, dalle 10.30 alle 18. La prenotazione è obbligatoria solo il sabato e nei festivi da effettuare nei giorni precedenti la visita, telefonando al numero 0742 379598 oppure sul sito www.museomontefalco.it.

I commenti sono chiusi.