Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 8 agosto - Aggiornato alle 05:54

«Mozart è stato a Spoleto e Foligno»: 250 anni dopo il passaggio c’è l’omaggio con concerti ed incontri

Dagli studi sul viaggio in Italia del compositore nasce l’evento di Spazio Collicola con De Majo e Stracchi. All’Auditorium San Domenico e a Palazzo Trinci invece Cappelletto e la Filarmonica di Belfiore

di D.N.

Duecentocinquanta anni fa un giovanissimo Wolfgang Amadeus Mozart giungeva a Foligno e Spoleto con il padre Leopold in viaggio verso Loreto. Al grande musicista e al suo passaggio nelle due città gli Amici della Musica di Foligno e Spazio Collicola dedicano, proprio nei giorni dell’arrivo, concerti e iniziative.

Spoleto «Da alcuni studi risulta che Mozart abbia trascorso due giorni a Spoleto nel 1770, arrivando in città proprio il 12 luglio». Lo dice l’assessore alla cultura Ada Urbani presentando lo spettacolo-concerto organizzato proprio per domenica a Spazio Collicola dove arriverà l’autore e interprete Stefano De Majo insieme al maestro Emanuele Stracchi, che lo accompagnerà al pianoforte per l’appuntamento Mozart genio e sregolatezza. «Abbiamo voluto inserire nella programmazione degli eventi questo appuntamento per il valore simbolico della data, perché esattamente 250 anni fa il grande compositore e musicista austriaco, secondo alcuni studi, avrebbe fatto tappa anche a Spoleto in occasione del suo primo viaggio in Italia che da Civita Castellana doveva portarlo a Bologna». A sostenerlo è lo studioso Alberto Basso nel volume Mozart in Italia: cronistoria dei viaggi, documenti, lettere, che in effetti nell’itinerario percorso in Italia nel 1770 inserisce anche Spoleto. Da qui il concerto spettacolo a ingresso libero fino a esaurimento in posti in programma alle 18.45 di due secoli e mezzo dopo.

Foligno Che Mozart, il celeberrimo Wolfgang Amadeus, si sia fermato per una notte a Foligno è fatto forse poco noto. Che non è però sfuggito agli Amici della Musica che esattamente a 250 anni da quell’arrivo hanno scelto di dedicare un doppio appuntamento – ingresso libero – a quello straordinario evento. Era il 14 luglio del 1770. Il giovane enfant prodige, quattordicenne già esibitosi nelle corti di tutta Europa, era in viaggio con papà Leopold da Roma verso Bologna. I due sono per la prima volta in Italia, la patria della musica dove resteranno sedici mesi spostandosi dal Brennero a Napoli e ritorno. Nella penisola torneranno altre due volte, occasione formativa per Wolfgang, di relazioni per il padre intento a costruire il futuro del giovane talento. Leopold, devoto della Madonna di Loreto decide per una deviazione verso il celebre santuario. Da Roma sarà la via Lauretana a condurli a Foligno dove si fermeranno per riposare e per il cambio cavalli. Ripartiranno il 15 toccando Casenove, Plestia, Serravalle di Chienti fino a Recanati. Da questo è nato “Mozart in Città”, che proprio martedì 14 luglio celebrerà, recuperandolo alla memoria, il celebre passaggio. Causa Covid il programma ha subito variazioni. Non ci saranno il coro e l’orchestra della Basilica Papale di San Francesco, ma sono rimasti Sandro Cappelletto, scrittore e storico della musica, e la Filarmonica di Belfiore. Si parte allora alle 18 all’Auditorium San Domenico con la presentazione del volume di Cappelletto Scene dai viaggi in Italia (Il saggiatore 2020) di cui parleranno lo stesso autore e il prof. Roberto Segatori. Pagine coinvolgenti che offrono al lettore non solo il racconto del viaggio di formazione di uno straordinario musicista, ma anche la storia di un padre e un figlio che a mano a mano, tra incomprensioni e affetto, scoprono il loro rapporto. Alle 19 la scena si sposterà nella Corte di Palazzo Trinci con il concerto mozartiano dei Filarmonici di Belfiore diretti dal M° Marco Pontini. Intanto prima dell’arrivo di Mozart la Stagione sarà in scena anche domenica 12 luglio, alle 18, Auditorium San Domenico, con il recupero del concerto “Sole e Amore” con la voce della soprano Valentina Piovano e l’arpa di Floraleda Sacchi. Musiche di Mascagni, Puccini, Leoncavallo, Rota, Kilar, Nyman, Richter, Morricone. Per entrambe le date le misure antiCovid rendono necessaria la prenotazione per abbonati e non ([email protected] o chiamare 347 4515094).

I commenti sono chiusi.