Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 gennaio - Aggiornato alle 06:22

Marsciano, il Teatro Concordia apre il sipario della nuova stagione: il cartellone

Organizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria in collaborazione con il Comune, prende il via martedì 29 novembre con ‘La madre dei mostri’ tratta dai racconti di Guy de Maupassant

Stanno sparando sulla nostra canzone (foto Renzo Daneluzzi)

Tutto è pronto per la Stagione 2022/2023 del Teatro Concordia di Marsciano organizzata dal Teatro Stabile dell’Umbria in collaborazione con il Comune. “Questo Cartellone rappresenta un risultato importante che innanzitutto dà continuità di contenuto e di qualità alla proposta culturale che Marsciano è in grado di offrire ai marscianesi e a quanti, speriamo tanti e da diversi territori, vorranno venirci a trovare al Teatro Concordia” il commento dell’Assessore alla cultura Andrea Pilati che aggiunge: “Allo stesso tempo conferma la buona riuscita di una collaborazione, quella con il Teatro Stabile dell’Umbria, che in questi ultimi anni, certamente non facili per il mondo del teatro, ha rappresentato un valore aggiunto anche per la realizzazione di proposte e iniziative innovative come è stato il caso del progetto del teatro a domicilio. Tutte iniziative, a partire dalla costruzione di una Stagione teatrale, che sono sostenute dalla ferma volontà di presidiare momenti e spazi di fruizione culturale. L’auspicio è quindi che il frutto di questo impegno trovi l’apprezzamento del pubblico”.

Primo spettacolo e 2022 La Stagione 22/23 prende il via martedì 29 novembre con la nuova produzione TSU, ideata e diretta da Lorenzo Collalti, La madre dei mostri tratta dai racconti di Guy de Maupassant, considerato tra i fondatori del racconto moderno. “Attraverso il racconto de Le Horla (un uomo confessa attraverso un diario di essere posseduto da un vampiro) – spiega il regista – quasi fossero dei lapsus, nel crescendo di follia del protagonista, si snodano una serie di racconti che prendono vita per associazioni di pensiero”. Gli abbonati alla Stagione avranno incluso nel proprio carnet lo spettacolo Stanno sparando sulla nostra canzone con Veronica Pivetti, in programma al Teatro Comunale di Todi martedì 20 dicembre; “uno spettacolo incalzante dalle atmosfere retrò – spiega la Pivetti – travolte e stravolte da un allestimento urban, spolverato dai fumi colorati delle strade di Manhattan, da occhiali scuri, mitra, calze a rete, scintille e canzoni. E dalla travolgente esuberanza di un mondo risorto alla vita”.

2023 Giovedì 12 gennaio lo scrittore, autore comico e attore teatrale Claudio Morici, con una vena comica estremamente affilata, porta in scena il suo Alexo, un divertente e originale racconto di un uomo alle prese con la versione maschile, e farlocca, del più noto assistente vocale. Giovedì 16 febbraio, in occasione della giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, è la volta de Il funambolo della luce di Ciro Masella. Un viaggio poetico fra parola, danza, immagini e musica nella mente e nell’immaginazione sconfinata di uno dei più rivoluzionari inventori della storia dell’umanità: Nikola Tesla. Venerdì 10 marzo Silvio Impegnoso, Ludovico Röhl, Alessandro Sesti portano in scena il loro spettacolo Tonno a carciofini. Una storia wrestling: il racconto di un’amicizia tra due inetti superficiali alla ricerca del successo che finiranno per trovare nel wrestling il vero senso dell’arte e della vita. “A teatro come nel wrestling, attraverso la finzione più spudorata, vogliamo tornare a contatto con la realtà delle cose – spiegano gli autori-attori – Con questo spettacolo siamo alla ricerca di qualcosa che distrugga la finzione teatrale, per farla resuscitare rinnovata”. La Stagione termina giovedì 20 aprile con l’attore, performer e giullare Matthias Martelli che porta in scena Raffaello, il figlio del vento, un racconto avvincente e poetico su un grande genio dell’umanità: Raffaello Sanzio. Martelli, accompagnato dalle musiche dal vivo del Maestro Castellan, riprende la tradizione del teatro giullaresco e di narrazione e trascina lo spettatore all’interno di un viaggio appassionante, entrando con le immagini e le parole dentro i capolavori di Raffaello, scoprendo le curiosità, i suoi amori e immergendosi nel clima dell’epoca.

Biglietti In vendita a partire da mercoledì 28 novembre. Botteghino Teatro Concordia, Largo Goldoni, 9. T 075 8748403 / [email protected] negli orari di programmazione cinematografica. La vendita dei biglietti è online è disponibile sul sito www.teatrostabile.umbria.it

I commenti sono chiusi.