lunedì 23 settembre - Aggiornato alle 03:25

La «scommessa» poetry slam al Todi festival: l’avvio è con il debutto nazionale a teatro di Simone Savogin

Il poeta slammer è il protagonista dello spettacolo inaugurale della kermesse. Presentata anche la bottiglia di vino ufficiale dell’edizione 2019 targata ancora Cantina Roccafiore

Todi festival, Guarducci e Savogin

di Danilo Nardoni

A detta degli organizzatori del ‘Todi festival’ sta lì a rappresentare proprio uno degli «spettacoli simbolo». Per un festival «che ha sempre rivendicato dinamismo, novità e freschezza e che conferma e rafforza il suo indirizzo verso opere inedite, debutti e prime nazionali con la contaminazione tra generi», non poteva che essere altrimenti. La 33esima edizione del Todi Festival esordirà così con «una scommessa», con qualcosa «di diverso e nuovo». Al centro la poesia. Sabato 24 agosto (Teatro comunale, ore 21) è in programma l’atteso debutto teatrale del campione di poetry slam Simone Savogin, per la prima nazionale del nuovo spettacolo ‘Via!’, prodotto dallo stesso festival. Uno spettacolo di apertura «che è un po’ l’emblema di quello che vogliamo fare con il festival, dando spazio ad esperienze artistiche che sappiano innovare». Ad affermarlo sono stati Eugenio Guarducci, per la quarta volta consecutiva chiamato alla direzione artistica del Festival, e il sindaco di Todi Antonino Ruggiano, durante la presentazione dello spettacolo inaugurale dell’edizione 2019 in una conferenza stampa al Mercato Vianova di Perugia.

Poesia e cioccolata «Chi non ha il coraggio di scommettere su qualcosa di diverso e nuovo – ha dichiarato Guarducci – è meglio che non faccia questo mestiere. Per farlo però deve avere anche la fortuna di “inciampare” sui talenti. In Italia per fortuna non mancano. Simone Savogin è il nostro talento ed io sono stato letteralmente conquistato dalla sua bravura». E Savogin ha ricambiato il Guarducci patron di Eurochocolate – anche se a detta dello stesso poeta in maniera inconsapevole – con un momento dello spettacolo dedicato alla cioccolata: «Ad un certo punto del racconto la perfezione umana viene comparata con la perfezione assoluta della cioccolata».

Poetry slam a teatro Presente anche Savogin, il protagonista di questo originalissimo debutto nazionale che lo vedrà nelle vesti di autore ed unico interprete. Una prima volta in assoluto per lui con il teatro, come ha ricordato: «Per me sarà una sfida ulteriore, con la poetry slam unita ad una storia in prosa». Savogin dunque “ingabbia” le sue poesie in un costrutto teatrale. La poesia inoltre, secondo il poeta slammer, «è un’esigenza, qualcosa che si possiede interiormente e che serve, uscendo da sé, a creare legami». Il poeta talentuoso e pluripremiato, conosciuto anche per la sua performance in Italia’s Got Talent, proporrà uno spettacolo incentrato su un viaggio in automobile durante il quale il protagonista dialoga con un’invisibile interlocutrice che non risponde mai, che si addormenta e non sente tutto quel che l’autista prova e vorrebbe dirle. Un fiume in piena di poesie che scandiscono le varie tappe di questa curiosa relazione tra il protagonista e la passeggera invisibile, con il coinvolgimento del pubblico in sala che – sottolineano gli ideatori – non mancherà di instaurare un vivace legame di complicità. Un accompagnamento musicale e radiofonico renderà poi particolarmente fruibile il monologo. Il Poetry Slam è una vera e propria gara: su un palcoscenico, i poeti recitano i loro versi e, alla fine, è il pubblico a decretare il vincitore. Di origine antichissima – già i greci organizzavano questo tipo di competizioni – ha avuto un rinnovato slancio negli ultimi anni, prima in America e adesso in tutto il mondo. Simone Savogin ha cominciato la sua carriera di poeta slammer nel 2005 e nel 2013 ha fondato, insieme ad altri, la LIPS (Lega Italiana Poetry Slam). Da allora, ha collezionato una serie di successi che gli hanno permesso di vincere per 3 volte di seguito il Campionato italiano di Poetry Slam e di piazzarsi ai primi posti nelle competizioni internazionali.

Libro Savogin a Todi presenterà anche il suo primo libro ‘Scriverò finché avrò voce’ con il quale domenica 25 agosto prenderà il via la serie di ‘Incontri con l’Autore’, evento collaterale di Todi Festival. L’edizione 2019 della kermesse di teatro, musica, danza, letteratura e arti visive, ideata e fondata nel 1987 da Silvano Spada, andrà poi avanti fino al primo settembre. Giorno in cui a chiudere ci saranno le note e le parole di Simone Cristicchi con uno spettacolo teatrale per celebrare 14 anni di musica e spettacolo dell’artista.

Bottiglia del festival A sottolineare la collaborazione con gli sponsor ed in particolare con la Cantina Roccafiore, così come il coinvolgimento delle altre realtà locali, è stato il sindaco di Todi Ruggiano: «In questo giorno di presentazione anche dell’etichetta dedicata al Festival, a loro e alla famiglia Baccarelli va il nostro ringraziamento, insieme agli altri protagonisti della settimana che ci attende, nella consapevolezza che ogni iniziativa che abbia successo, possa essere pensata e organizzata soltanto in un preciso contesto di condivisione con le realtà del territorio». Durante la presentazione dello spettacolo protagonista è stato anche il Grechetto di Todi Roccafiore Limited Edition, bottiglia ufficiale di Todi Festival 2019 presentata per il quarto anno consecutivo grazie alla partnership con Cantina Roccafiore. Come nei tre anni precedenti la bottiglia ha un’etichetta d’autore, consistente nel manifesto ufficiale del Festival che quest’anno è frutto dell’arte dei maestri Stefano Di Stasio e Paola Gandolfi. Una bottiglia che, come spiegato da Luca Baccarelli, titolare di cantina Roccafiore, rinforza il connubio fra Todi Festival e Cantina Roccafiore all’insegna di grandi etichette realizzate da grandissimi artisti. «Roccafiore – ha ricordato Baccarelli – è da sempre vicina agli artisti contemporanei con partnership e progetti come ‘Scrigni d’autore’, consistente nel realizzare un’opera d’arte all’interno di una cassetta di legno solitamente contenente vino pregiato».

I commenti sono chiusi.