Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 23 settembre - Aggiornato alle 23:39

Fruizione innovativa nei musei: in 122 dicono si e si mettono in rete

Primo confronto di Agabiti con i promotori dei progetti assegnatari del contributo di oltre 800 mila euro

«La capacità dimostrata dai musei umbri di saper fare rete, rinnovarsi e creare sinergie per migliorare l’offerta culturale e i servizi messi a disposizione del territorio e dei visitatori è una realtà importante grazie alla quale sarà possibile realizzare anche ulteriori progettualità». Lo sostiene l’assessore regionale alla Cultura, Paola Agabiti, che ha preso parte al primo confronto con i promotori dei progetti assegnatari del contributo di oltre 800 mila euro. «Con soddisfazione – aggiunge l’assessore Agabiti – constatiamo infatti che la sfida dell’innovazione e della creazione di network è stata accolta positivamente dai musei della Regione, che hanno dato vita a 10 reti createsi per la condivisione di altrettanti progetti comuni, per un totale di 122 musei. Ogni progetto prevede, inoltre, il coinvolgimento di altre realtà del territorio, come biblioteche e luoghi della cultura, associazioni e imprese. I progetti – spiega – sfrutteranno al massimo le tecnologie digitali come realtà virtuale, realtà aumentata e gaming anche per produrre moduli innovativi per la didattica a distanza di cui potranno usufruire studenti umbri e non solo». Il bando, per la prima volta, ha previsto la presentazione di progetti esclusivamente in forma associata (reti di almeno 8 musei) utilizzabili on site, off site e online, cioè fruibili all’interno dei musei, in sedi alternative (come anche le scuole) o a distanza e come contenuti digitali sul web. Il progetto è stato selezionato e parteciperà alla Settimana europea delle regioni e delle città, prevista a Bruxelles, ad ottobre 2020.

I commenti sono chiusi.