domenica 29 gennaio - Aggiornato alle 23:15

Encuentro, il festival di letteratura ispano-americana ospita Javier Cercas, Juan Gabriel Vásquez, Paco Taibo II e Rosa Montero

Per la quarta edizione spazio anche al calcio con Marcelo Bielsa, anteprima a Terni e coda al Salone del Libro di Torino

Encuentro, conferenza di presentazione

di Danilo Nardoni

Ci sarà anche lo spagnolo Javier Cercas, uno dei massimi scrittori e intellettuali europei contemporanei, tra gli ospiti di punta di Encuentro 2017. La grande letteratura in lingua spagnola torna quindi a Perugia per la quarta edizione del festival, che come d’abitudine farà base a Umbrò per poi toccare alcuni dei luoghi più prestigiosi e suggestivi del capoluogo umbro. Si svolgerà dal 10 al 14 maggio, con un’anteprima a Terni martedì 9, e avrà una prestigiosa coda domenica 21 maggio a Torino, nell’ambito del Salone del Libro. Scrittori, disegnatori, musicisti, attori e giornalisti saranno i protagonisti della manifestazione che ospiterà, tra gli altri, Juan Gabriel Vásquez, Paco Taibo II e Rosa Montero. Spazio anche al calcio con l’allenatore-filosofo argentino Marcelo Bielsa.

Cercas e Vásquez I dettagli del festival sono stati svelati venerdì 28 aprile nel corso di una conferenza stampa dai fratelli Rocco e Giovanni Dozzini, tra gli organizzatori del festival con l’omonima associazione culturale. Così ecco che Cercas, l’autore di capolavori quali ‘Soldati di Salamina’ e ‘Anatomia di un istante’, sarà a Perugia sabato 13 maggio per presentare il suo nuovo romanzo ‘Il sovrano delle ombre’ (Guanda). Lo stesso giorno Cercas sarà impegnato anche in un dialogo sul tema ‘Verità, post-verità e finzione’ insieme al romanziere colombiano Juan Gabriel Vásquez, «considerato tra gli eredi di Gabriel García Márquez» come ha sottolineato Rocco Dozzini. Proprio Vásquez, venerdì 12, terrà una lectio magistralis su ‘Cent’anni di solitudine’ in occasione del cinquantenario dell’uscita del testo di Márquez.

Calcio e America Latina Anche quest’anno, poi, il festival dedicherà grande spazio al rapporto tra il calcio e l’anima stessa dell’America Latina. L’ospite del 2017 sarà Marcelo Bielsa, uno dei personaggi più carismatici ed eccentrici del mondo del pallone. «Un’esclusiva di spessore eccezionale, che richiamerà a Perugia addetti ai lavori provenienti da tutta Italia. Nei prossimi giorni – hanno spiegato gli organizzatori – saremo in grado di comunicare la data esatta dell’incontro che lo vedrà protagonista».

Anteprima a Terni Encuentro si aprirà ufficialmente a Terni martedì 9 maggio, con un’anteprima all’insegna di letteratura e musica. Sul palco del Mishima Antonio Di Martino e Fabrizio Cammarata presenteranno il loro progetto su Chavela Vargas da cui sono nati il romanzo ‘Un mondo raro’ (La nave di Teseo) e il disco omonimo. La sezione ternana del festival, novità assoluta di quest’anno, proseguirà nei giorni successivi con due incontri con gli autori alla Biblioteca Comunale. Giovedì 11 maggio arriverà a Terni Paco Ignacio Taibo II, scrittore messicano che da sempre incarna icasticamente l’identità di Encuentro, per presentare il suo libro ‘L’ombra dell’ombra’ (La Nuova Frontiera) insieme a Fabio Stassi. Venerdì 12, invece, spazio alla cilena Nona Fernández, autrice dei romanzi Mapocho (Gran Vía) e ‘Chilean Electric’ (Edicola). Con lei, Simona Baldanzi.

Produzione per Encuentro La serata d’apertura del cartellone perugino, quella di mercoledì 10 maggio, sarà dedicata alla musica, con un eccezionale spettacolo che segnerà il ritorno a Encuentro di Ginevra Di Marco, stavolta insieme a Enrico “Erríquez” Greppi, frontman della Bandabardò, e Stefano “Cisco” Bellotti, storica voce dei Modena City Ramblers. Una produzione originale per Encuentro in cui i tre artisti, accompagnati da una formazione capitanata da Francesco Magnelli, rileggeranno il proprio repertorio e la grande tradizione della musica latinoamericana, in un concerto inframezzato dalle letture di Paco Taibo II, Aura Xilonen, Bruno Arpaia e Giovanni Dozzini.

Altri appuntamenti Giovedì 11 maggio la giovanissima scrittrice messicana Aura Xilonen presenterà con Igiaba Scego il suo romanzo d’esordio ‘Campione gringo’ (Rizzoli), appena giunto nelle librerie italiane, una storia di stringente attualità a cavallo della frontiera tra Messico e Stati Uniti. Sempre giovedì, Encuentro dedicherà un incontro al mondo dell’illustrazione – in collaborazione con la Biblioteca delle Nuvole – col maestro del fumetto argentino Enrique Breccia intervistato da Sergio Rossi. Seguirà un’estemporanea di disegno (a cui parteciperanno i disegnatori locali Daniele Pampanelli, Moreno Chiacchiera, Francesco Biagini, Daniele Benincasa, Elisa Canestrelli, Sudario Brando, Kuiry, Matteo Gaggia, Aurora Stano, Chiara Galletti, Marco Leombruni, Claudio Ferracci, Andrea Lucci, Chiara Dionigi, Lucia Mariani e David Grohman) che si concluderà con un live painting durante il concerto di Flamenco-fusion del progetto Alkord, sestetto guidato da Alberto Capelli. Venerdì pomeriggio, prima della lectio di Vásquez su García Márquez, lo scrittore spagnolo Sergio Del Molino presenterà il suo nuovo libro ‘Nell’ora violetta’ (Sellerio). In serata, un dibattito sulle nuove forme di partecipazione democratica nel mondo, dal Rojava al Chiapas, con Paco Ignacio Taibo II e Marco Rovelli, seguito da un concerto dello stesso Rovelli. Sabato due tavole rotonde: ‘Ni una menos – donne sulle due sponde dell’Oceano’, con Paloma Sáiz, Rosa Montero, Aura Xilonen e Iaia Caputo, e ‘Scienza e letteratura’, con Rosa Montero, Del Molino e Bruno Arpaia. Quindi il dialogo tra Cercas e Vásquez e la presentazione del nuovo romanzo dello scrittore spagnolo, seguita da una mise en espace di Giuseppe Cederna – con accompagnamento di Alberto Capelli – dedicata all’opera dello stesso Cercas: ‘Anatomia degli eroi’. Domenica Paco Taibo II presenterà ‘L’ombra dell’ombra’ anche a Perugia, stavolta insieme ad Alessandra Casella. Poi Rosa Montero, da oltre tre decenni nome di riferimento della narrativa e del giornalismo spagnoli, presenterà il suo nuovo romanzo ‘Il passo del tempo’ (Salani), una storia carica di rabbia, ironia e riflessioni sul tempo che scorre spogliando la realtà dei suoi veli di convenienza. La consueta tavola rotonda di chiusura alla Sala dei Notari, alla quale parteciperanno tutti gli ospiti del festival, sarà dedicata al ‘Mondo dopo Trump’, con particolare riferimento alla situazione dell’America Latina, dal Messico a Cuba al Venezuela.

Rapporto con le scuole Di particolare importanza, come sempre, i progetti di Encuentro con le scuole, che per quest’edizione ha coinvolto sei istituti tra Perugia, Città della Pieve e Gubbio. Durante il festival si svolgeranno gli incontri finali dei due sotto-progetti a cui gli studenti hanno lavorato durante l’anno scolastico. La promozione della letteratura nelle scuole è uno dei motivi di «apprezzamento e vicinanza» sottolineati dal presidente del consiglio comunale Leonardo Varasano, il quale ha inoltre evidenziato le caratteristiche di un festival «che promuove ed apre al mondo la nostra città». Per l’Arci, il soggetto che sostiene anche economicamente la rassegna, è intervenuto alla presentazione Paolo Tamiazzo, responsabile delle politiche internazionali per l’associazione, che ha ribadito pure lui «l’importanza del lavoro con le scuole perché apre la mente ai ragazzi».

‘Dopo festival’ Giovedì, venerdì e sabato alle 23 saranno previsti degli incontri, con una sorta di “dopo festival”, alla nuova libreria indipendente Mannaggia di via Cartolari: ‘La última copa’, letture e chiacchiere con gli ospiti e la gente del festival per chiudere la giornata in bellezza. Infine, altra novità di quest’anno, i pranzi letterari a Umbrò: Vásquez e Montero con cucina spagnola e colombiana sabato, Taibo II e Xilonen e la cucina messicana domenica.

Coda a Torino Domenica 21 maggio Encuentro sarà ospite della sezione Super-Festival del Salone del Libro, dedicata alle più importanti manifestazioni culturali italiane. Il festival perugino – unico in tutta l’Umbria – curerà un incontro dedicato all’opera e al rapporto con l’Italia di Paco Ignacio Taibo II, al quale parteciperanno lo stesso scrittore messicano e Wu Ming 4.

Celebrare i libri e la lettura Encuentro è organizzato dall’omonima associazione culturale insieme ad Arci Umbria, col patrocinio di Regione Umbria, Provincia di Perugia, Comune di Perugia, Comune di Terni, Università degli Studi, Università per Stranieri di Perugia, Istituto Cervantes, Ambasciata di Spagna, Ambasciata del Cile, Ambasciata della Colombia. Tamiazzo, responsabile delle politiche internazionali per l’Arci, ha poi sottolineato il fatto che Encuentro inizia proprio il 10 maggio, «giorno in cui a Berlino nel ’33 si bruciarono dei libri». «Anche noi quindi vogliamo a nostro modo ribadire invece che la letteratura è importante – ha aggiunto – e proprio il 10 maggio l’Arci ha organizzato a Parma gli stati generali della cultura dedicati a libri e biblioteche».

Ospiti delle passate edizioni Il festival, nato nel 2014, negli anni scorsi ha ospitato i maggiori nomi della narrativa spagnola e latinoamericana, da Luis Sepúlveda a Leonardo Padura-Fuentes, da Enrique Vila-Matas a Arturo Pérez-Reverte, passando per Paco Taibo II, Almudena Grandes, Martín Caparros, Rodrigo Hasbún e molti altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.