Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 28 settembre - Aggiornato alle 16:02

Concerti, poesia, mastercalss e pittura estemporanea: ecco il Piediluco festival 2021

Nel borgo ternano un mese intero tra musica e arti figurative, Cecconelli: «Evento culturale di qualità che attiva sinergie per lo sviluppo del territorio»

di Maria Sole Giardini

Riparte anche quest’anno il Piediluco festival. Sabato 17 luglio una anteprima con un concerto di Fancesco Dillon al violoncello e poi manifestazioni multidisciplinari per oltre un mese dal 21 luglio al 28 agosto. Non mancheranno concerti, presentazioni, masterclass di musica ma anche arti figurative con disegni ed estemporanee proiettate su un maxischermo. Il nuovo assessore del Comune di Terni, Maurizio Cecconelli: «La cultura deve diventare un qualcosa che si intreccia con il territorio e gli ridà valore». I concerti si svolgeranno secondo la vigente normativa anti Covid, gratuiti ma con prenotazione obbligatoria inviando una mail a [email protected]

Maurizio Cecconelli Presente questa mattina, nella sua seconda uscita pubblica dopo la promozione ad assessore alla cultura, Maurizio  Cecconelli ha manifestato l’appoggio pieno delle istituzioni all’iniziativa considerata di grande qualità. «La cultura non deve essere più considerata una passatempo ma uno strumento che si inserisce nella città e gli ridà valore. Questo evento che apprezzo molto – afferma l’assessore alla cultura – va nella direzione di tutte quelle iniziative che ho idea di sostenere in quanto rende la cultura volano dello sviluppo economico e territoriale. Piediluco Festival è infatti ben radicato nel territorio e nella comunità, richiama turisti e frequentatori, qualificando e valorizzando l’intera realtà dove si innesta. Ancor più esemplare – aggiunge l’assessore – è la multidisciplinarità che connota la rassegna ed il fatto che gli spettatori possono diventare attivi protagonisti grazie alle masterclass organizzate».

Il festival Organizzato dall’associazione Mirabil Eco in collaborazione con il Comune di Terni ed il contributo della Fondazione Carit il piediluco festival 2021 prevederà più di un mese di concerti dal 17 luglio al 28 agosto per un ricco programma dal titolo ‘Vers la flamme’, a cui si aggiungono le masterclass di perfezionamento strumentale condotte da alcuni dei protagonisti della scena musicale italiana (Giottoli, Roccato, Pepicelli) ed una programmazione di ampio respiro. Da evidenziare anche la collaborazione con alcuni comuni del Lazio: il borgo fantasma di Celleno in provincia di Viterbo, ospiterà il 23 luglio alle 21.30 lo spettacolo tratto da un racconto di Borges e accompagnato dalla musiche di Astor Piazzola con la partecipazione straordinaria di Moni Ovadia (unico evento a pagamento). Ci saranno una serie di incontri in cui la musica sarà compenetrata dal disegno realizzato in collaborazione con l’illustratore bolognese Stefano Ricci. «Si tratta di Live Painting – afferma la direttrice artistica Lucrezia Proietti – momenti in cui il disegnatore crea durante il ‘farsi’ del discorso musicale. Abbiamo chiamato questi appuntamenti Spinner. Suoni e disegni ai piedi del bosco sacro e saranno coordinati da Ricci e da alcune allieve dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e di Verona».

Anteprima festival Previste anche presentazioni di libri in presenza degli autori su temi musicali (23 luglio: ‘Giochi d’orchestra. Esercizi per suonare insieme’ presentazione del libro di Simone Genuini; ed. Curci-Feltrinelli ), visite appunto al borgo fantasma di Celleno accompagnate da omaggi a Mozart, Bach, Strauss, Bizet e tanti altri. Cene e aperitivi su prenotazione. L’anteprima di Piediluco Festival è sabato 17 luglio ore 21.30 con uno dei più grandi violoncellisti italiani, Francesco Dillon e ‘La Suite di Bach’ alla sua terza apparizione al festival. Si prosegue poi con la vera e propria inaugurazione, il 21 luglio a Piediluco all’Hotel Miralago con cena e concerto alle ore 22 dell’UmbriaEsemble. Tutti gli eventi sono gratuiti ma con prenotazione obbligatoria.

I commenti sono chiusi.