Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 28 settembre - Aggiornato alle 15:22

Cascata delle Marmore a misura di turista francese grazie agli studenti del Liceo

La dirigente scolastica dell’istituto Angeloni: «Un modello da replicare e ampliare per favorire la conoscenza del territorio e l’integrazione»

Una vera e propria guida per i visitatori francofoni che arrivano in Umbria, con informazioni utili sui percorsi da seguire e la descrizione dei punti da non perdere, quella disponibile ora nel sito dell’Angeloni. Il progetto nasce dall’incontro con la Scuola superiore per mediatori linguistici di Perugia (Ssml), ed è stato realizzato dai 21 alunni della 4D dell’istituto ternano nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (Pcto). Patrizia Stilo, dirigente scolastica del Liceo Angeloni: «Un modello da replicare e ampliare anche in altri ambiti della quotidianità per favorire la conoscenza del territorio e l’integrazione dalle tante famiglie straniere che vi abitano». Lanari, direttore didattico della Ssml: «Una bellissima esperienza anche per i nostri studenti, e una grande occasione di incontro e formazione reciproca tra generazioni diverse».

 La guida Nella descrizione non manca ‘Le balcon des amoureux’, cioè il celeberrimo Balcone degli innamorati. Il materiale elaborato dagli studenti al momento è disponibile sul sito dell’Angeloni e rappresenta il primo passo verso una possibile e auspicata evoluzione del progetto – sostengono gli addetti ai lavori – che possa in futuro coinvolgere le agenzie di promozione turistica del territorio, con la stampa di supporti cartacei e l’aggiunta di codici qr per rendere facilmente fruibili in rete contenuti extra di approfondimento.

Il progetto Formate dal fiume Velino e fra le più grandi e meravigliose d’Europa, le Cascate delle Marmore sono una delle principali attrazioni per i turisti che da tutto il mondo vengono a visitare l’Umbria, motivo in più per essere scelte come tema per questo lavoro pensato per favorirne la conoscenza e la fruibilità del pubblico straniero. Il progetto è partito dal confronto con la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Perugia – Ssml, i cui studenti del terzo anno hanno fatto da tutor ai 21 colleghi più giovani della 4D del Liceo ternano. «Una grande occasione anche per i nostri studenti – sottolinea Lorenzo Lanari, direttore didattico dell’Istituto perugino – che si sono cimentati nell’attività di formazione, mettendo in pratica le competenze maturate frequentando la Ssml». Competenze linguistiche specifiche e tecnicismi che, insieme a un’organizzazione del lavoro serrata e altamente formativa curata dagli studenti dell’Istituto perugino, hanno rappresentato una grande palestra per i giovani alunni ternani. «Per me è stata una bellissima esperienza – spiega Chiara Bertini del 4D – perché mi ha permesso di imparare molto e mi ha dato tanti spunti anche per ragionare sul mio futuro e sulla strada da intraprendere terminato il Liceo». Unica nota dolente, il fatto che tutto – causa Covid-19 – è stato realizzato a distanza, «anche per questo vogliamo che la collaborazione continui e che partendo da questo primo passo – prosegue Lanari – si possano portare avanti progetti condivisi, dall’impatto sempre più importante anche fuori dall’ambito strettamente scolastico: è una grande occasione di incontro e formazione reciproca tra generazioni diverse».

I commenti sono chiusi.