Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 2 luglio - Aggiornato alle 19:04

Cantamaggio, spunta la richiesta di istituire un museo della kermesse

Atto presentato dal consigliere Alessandro Gentiletti: «E’ importante conservare la memoria e tramandarla»

Cantamaggio Terni 2016

Si è appena conclusa l’edizione del Cantamaggio 2022 con la vittoria del carro di Arrone e sono ancora fresche le immagini dei carri che hanno sfilato nel centro di Terni. Ma a palazzo Spada c’è chi non vuole perdere i ricordi di nessuna delle 126 edizioni e chiede di istituire un museo del Cantamaggio «al fine di valorizzare il territorio, la sua storia, le sue capacità creative e attrattive, nonché per tramandare la festa popolare della città». A presentare una interrogazione apposita è stato il consigliere di Senso civico Alessandro Gentiletti. Una richiesta però che fa eco a quella dei consiglieri di maggioranza Michele Rossi (Terni civica) e Doriana Musacchi (Gruppo misto) che venerdì 20 maggio hanno presentato un atto di indirizzo per integrare il documento unico di programmazione che dovrebbe essere approvato questa settimana.

L’atto del gruppo Misto «Il carro di maggio Polymer – Sabbione – Pallotta con la sua ideatrice Emanuela Listanti, che ho avuto anche il piacere di premiare sul palco dell’iniziativa, ha lanciato l’idea con il tema del carro e della canzone maggiaiola di un Museo del Cantamaggio – ha scritto Rossi in una nota – . L’ho trovata subito una bella idea da proporre e portare avanti. Quale occasione migliore se non inserirla nell’atto fondamentale di programmazione che è il Dup e che verrà approvato in questa settimana. In tempo utile venerdì ho depositato un atto di indirizzo sottoscritto anche dalla collega Doriana Musacchi ad integrazione del testo proposto dalla Giunta». Nell’atto c’è una formale richiesta di «ampliare l’offerta museale cittadina con nuovi spazi espositivi secondo tematica» e tra le varie possibilità è inserito anche il ‘Museo del Cantamaggio Ternano’.

L’atto di Senso Civico «Il Cantamaggio rappresenta una festa della città di Terni fin dall’inizio del 1800 – si legge nell’atto del consigliere Gentiletti – . I ternani, per festeggiare l’arrivo della primavera, da allora organizzano eventi e manifestazioni, dove viene rievocata la tradizione della città. E’ importante conservare questa memoria e tramandarla come stimolo nel tempo. E’ necessario  a tal scopo – conclude – raccogliere e conservare tutta la documentazione e le immagini in un museo destinato, che ripercorra la storia del Cantamaggio e veda partecipi e in dialogo fra loro diverse generazioni di ternani».

Le richieste Il consigliere di minoranza ha chiesto un  impegno del  sindaco, la giunta e l’assessore competente, previo coinvolgimento dell’Ente Cantamaggio, «ad individuare una struttura pubblica dove realizzare un museo del Cantamaggio Ternano, che raccolga le testimonianze fotografiche, documentali e storiche delle manifestazioni succedutesi nel tempo; dove possano essere realizzate iniziative non solo espositive, ma anche di approfondimento, dialogo generazionale, interattive e di testimonianza della festa dei ternani».

 

I commenti sono chiusi.