Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 19 gennaio - Aggiornato alle 21:52

Augusto Ciuffelli, un umbro al servizio dello Stato: con un libro si ripercorre la sua storia

Il suo nome resta ancor oggi legato all’Istituto Tecnico Agrario Statale di Todi, una delle più importanti e più antiche scuole del settore a livello nazionale

Libro su Augusto Ciuffelli

Nel centenario della morte, Umberto Maiorca e Pier Francesco Quaglietti (autori del libro ‘Augusto Ciuffelli: un umbro al servizio dello Stato’) hanno voluto ricordare un uomo che ha servito lo Stato come funzionario e come politico, mettendo a disposizione dell’Italia le sue competenze. Un libro scritto con la volontà di far conoscere all’opinione pubblica la figura di questo personaggio nato a Massa Martana e tuderte di adozione.

Impegno per la regione Si ripercorrono la vita e le opere di Augusto Ciuffelli, ricostruendo i passaggi salienti del suo impegno per la regione natia e mai dimenticata,malgrado il lungo peregrinare per l’Italia, come prefetto di Siena o in Sardegna, fino all’importante incarico nel governo Nitti. Venne nominato infatti il 31 luglio 1919 commissario generale civile per la Venezia Giulia e poi Vicepresidente della Camera dei Deputati. Ma Augusto Ciuffelli, tra l’altro Ministro dei Lavori Pubblici, Industria e Commercio, Sottosegretario di Stato alla P.Istruzione, Ministro delle Poste e dei Telegrafi nel 1910 (suo un progetto di legge sulla Radiotelegrafia),deputato per l’Umbria per 17 anni, oltre ad essere stato uno degli uomini politici umbri che ha contribuito alla storia dell’Italia unita insieme a Romeo Gallenga e Cesare Fani, è anche il personaggio che grazie al suo interessamento favorì una sviluppo infrastrutturale della nostra regione. Credeva fortemente infatti nello sviluppo delle infrastrutture e suo è l’intervento risolutivo per la Ferrovia Centrale Umbra, consapevole che l’Umbria avesse necessità di collegamenti fra le città, come suo è l’interessamento per collegare Todi ad altri centri umbri facendosi promotore della Società Automobilistica Umbra. Il suo nome inoltre resta ancor oggi legato all’Istituto Tecnico Agrario Statale di Todi, una delle più importanti e più antiche scuole del settore a livello nazionale, che fu all’epoca da Augusto Ciuffelli fortemente potenziato.

Umbria e non solo Tanti quindi gli interventi pubblici promossi da Augusto Ciuffelli, che hanno caratterizzato la sua attività da amministratore dello Stato e non solo in Umbria: nel libro si ricorda come da Ministro dei Lavori Pubblici, tra i molti programmi, avesse nominato anche una commissione per lo studio dell’attuazione del progetto di bonifica dell’Agro Reatino. Certamente ricordando questo uomo di Stato, gli autori non si dimenticano di citare il rapporto di amicizia e collaborazione che ebbe con l’Arch. Cesare Bazzani e che portò, tra le varie realizzazioni, alla costruzione della scalinata del Tempio di San Fortunato a Todi. Si può dire che il libro scritto con la volontà di attualizzare un personaggio storico è un tassello, un primo gradino per chi vorrà conoscere le vicende umane e politiche
di Augusto Ciuffelli, che vanno di fatto ad intersecarsi con quelle di una nazione e di una regione come l’Umbria.

I commenti sono chiusi.