martedì 7 febbraio - Aggiornato alle 12:09

A 800 anni dall’incontro tra San Francesco e il Sultano, una mostra da non perdere ad Assisi

Oltre 50 opere dalle prime medievali alle ultime e una copia della Divina Commedia

Si terrà venerdì 24 maggio alle 9.30 nella sala Dono Doni del Sacro convento di Assisi l’inaugurazione della mostra fotografica dedicata all’ottavo centenario dell’incontro a Damietta tra san Francesco e il Sultano Malik al-Kȃmil. Un percorso iconografico, con oltre cinquanta immagini, che parte dalle primissime rappresentazioni dell’incontro negli affreschi e nelle miniature medievali per arrivare alle proposte di artisti contemporanei come Marco Rupnik.

L’appuntamento Il percorso espositivo è commentato dallo storico Franco Cardini e dalle testimonianze del direttore del Cefid (Centro francescano internazionale per il dialogo), padre Silvestro Bejan, e dal presidente del Coreis (Comunità religiosa islamica italiana), Yahya Pallavicini. Saranno questi ultimi due ad intervenire in occasione dell’inaugurazione. L’evento, che ricorda il coraggio e l’importanza del dialogo tra Cristianesimo ed Islam, sarà l’occasione per ammirare, nel Museo del Tesoro della Basilica di San Francesco, alcuni manoscritti medievali della Biblioteca del Sacro convento contenenti narrazioni dell’incontro con il Sultano. Verranno esposti anche antichi inventari d’archivio che fanno menzione della reliquia del “corno del Sultano” donato al Poverello di Assisi. Grazie alla disponibilità del Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna sarà inoltre esposta una rarissima copia della prima edizione a stampa della “Divina commedia”, che nel canto XI del “Paradiso” ricorda con alcuni celebri versi l’incontro tra Malik al-Kȃmil e San Francesco. La mostra, aperta al pubblico fino al 1 settembre, è promossa dal Sacro convento di san Francesco e dal Centro francescano internazionale per il eialogo dell’Ordine dei frati Minori conventuali, in collaborazione con il Coreis e l’Archivio fotografico del Sacro convento. Per maggiori informazioni www.sanfrancesco.org.

I commenti sono chiusi.