Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 9 dicembre - Aggiornato alle 17:52

Terni, Piscine dello Stadio: vasca esterna ‘off limits’, gare di nuoto spostate a Città di Castello

La Federezione italiana nuoto si appoggia alla piscina comunale nel perugino per terminare la competizione

di Maria Giulia Pensosi

Chiusa al pubblico la vasca esterna dell’impianto natatorio Piscine dello Stadio di Terni in esito alla comunicazione ufficiale pervenuta alle ore 17 di mercoledì 14 luglio circa la sospensione della balneazione per disposizione della Usl Umbria 2. Di conseguenza le competizioni regionali di nuoto, iniziate martedì, riprenderanno nella giornata di venerdì presso la piscina comunale di Città di Castello e termineranno sabato pomeriggio. Lo fa sapere l’assessore allo Sport di Città di Castello, Massimo Massetti: «Abbiamo accolto la richiesta del comitato umbro della Fin, che offre una importante ribalta sportiva alla nostra città: chiediamo agli utenti un piccolo sacrificio per consentire ai nuotatori umbri di qualificarsi ai campionati italiani». Venerdì 16 luglio e sabato 17 luglio si svolgeranno presso il complesso natatorio comunale di via Engels i campionati regionali di qualificazione per campionati italiani di categoria 2021 inizialmente programmati a Terni. La disputa della manifestazione comporterà la chiusura dell’impianto per il nuoto libero dalle ore 15.00 di venerdì e di sabato, per cui le vasche esterne saranno a disposizione degli utenti unicamente nella mattinata e nel primo pomeriggio, dalle ore 9.30 alle ore 15.00.

Le gare a Città di Castello  La sospensione delle gare ha creato disagio per i partecipanti alla competizione: «Questi campionati sono importanti – racconta a Umbria24 Piero Santarelli, allenatore dello Spoleto Nuoto – non solo per la ripresa dell’attività da parte dei ragazzi che sono stati fermi quasi un anno, ma anche per le qualificazioni alla fase nazionale della competizione. La nostra squadra ha già qualificato almeno quattro ragazzi per la fase successiva e ne abbiamo in ballo altri». La decisione dello spostamento di sede evidenzia come non siano state ancora risolte le criticità rilevate dal servizio Igiene pubblica e sanità dell’azienda Usl Umbria 2 nella giornata di mercoledì. «Il comitato umbro della Federazione Italiana Nuoto – dichiara Massimo Massetti – ci ha chiesto di avere a disposizione la piscina olimpionica e abbiamo accolto volentieri l’istanza, che offre ancora una volta a Città di Castello una ribalta sportiva importante e di alto livello, confermando la qualità del nostro impianto». Le piscine comunali riapriranno regolarmente al pubblico domenica 18 luglio, con l’orario estivo 9.30-19.30. «Il rilievo dell’evento – conclude l’assessore – che è stato assegnato alla nostra città comporterà un piccolo sacrificio per gli utenti, che auspichiamo possano comprendere la necessità di concedere l’impianto per garantire ai nuotatori della nostra regione l’opportunità di qualificarsi e prepararsi al meglio per i campionati italiani».

I commenti sono chiusi.