Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 30 novembre - Aggiornato alle 12:26

Terni, il questore incontra il Mosap: «Grande responsabilità sul fronte contagi»

Una delegazione del sindacato di polizia al tavolo con Massucci: evidenziate le diverse attività svolte sul territorio

Una delegazione del Movimento Sindacale Autonomo di Polizia (Mosap), composta dal segretario generale Fabio Conestà, dal segretario nazionale Roberto Fioramonti, dalla segreteria provinciale di Terni con il segretario e vice segretari Leonardo Raggi, Raffaele Quattranni, Andrea Antonelli e Francesca Napoletti, ha incontrato questa mattina il questore di Terni, Roberto Massucci.

I temi Nel corso della discussione si è elogiato l’operato del personale in questo periodo difficile di emergenza e sono state illustrate diverse attività messe in campo dalla questura, sia per ricordare i caduti della Polizia di Stato, con particolare riferimento alla commemorazione di Roberto Antiochia agente della scorta di Ninni Cassarà, assassinato dalla mafia, sia per quanto riguarda la solidarietà tra colleghi, con un evento finalizzato alla raccolta fondi per sostenere Leo Di Ceglie, figlio del poliziotto Mauro di Ceglie, purtroppo affetto da una grave patologia. «La sensibilità mostrata dal questore per queste tematiche è la stessa che muove ogni nostra iniziativa. Il dialogo è stato davvero molto costruttivo e, come organizzazione sindacale, ricambiamo la disponibilità aprendoci sempre al confronto», è il commento del segretario generale Conestà. Il questore ha anche voluto evidenziare il grande senso di responsabilità e il rispetto delle regole da parte dei poliziotti a cui ha rivolto un plauso, in quanto hanno permesso, nonostante Terni sia una città con un elevato numero di contagi rispetto agli abitanti, di avere ad oggi, un tasso bassissimo di positivi negli ambienti della questura.

I commenti sono chiusi.