domenica 22 settembre - Aggiornato alle 14:13

Spoleto, due pugni in faccia al cassiere per tentare la rapina al supermercato: 35enne in carcere

Ubriaco e col bottino di profumi ha rotto il setto nasale al dipendente ed è scappato, ma è stato fermato poco dopo

Le auto di polizia e carabinieri (foto Fabrizi)

di Chia.Fa.

Due pugni in faccia al cassiere. Così ha tentato la rapina in un supermercato di Spoleto, il 35enne arrestato da poliziotti e carabinieri appena fuori dall’attività commerciale, da cui era fuggito con alcuni profumi. Del furto iniziale si era accorto il dipendente del supermercato, che ha provato a fermare l’uomo, rimediando due colpi in faccia e la frattura del setto nasale.

Alla scena hanno assistito svariati clienti e altro personale del supermercato, che pure ha tentato di bloccare l’uomo senza però riuscirci. Il trentacinquenne, che è a tutti apparso ubriaco, ha minacciato gli altri dipendenti del supermercato riuscendo così a superare barriere e porte automatiche. Sul posto, però, a seguito delle chiamate dei clienti a 112 e 113, sono subito intervenuti poliziotti e carabinieri, che lo hanno rapidamente localizzato, mentre qualche difficoltà per fermarlo l’hanno riscontrata anche loro. Il 35enne di nazionalità marocchina regolarmente presente in Italia ha, infatti, opposto a lungo resistenza, fino a quando agenti e militari non sono riusciti a far scattare le manette ai suoi polsi con l’accusa di tentata rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Dagli accertamenti successivi è emerso che negli ultimi tempi l’uomo si era reso protagonista di altri fatti, compreso un furto ai danni dello stesso supermercato, oltre a episodi di ubriachezza molesta e atti osceni. Anche per questo il tribunale di Spoleto, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto il carcere in attesa del processo, mentre l’ufficio immigrazione della questura di Perugia ha avviato l’iter per valutare la pericolosità del soggetto ed eventualmente procedere, una volta scontata la pena, all’espulsione dall’Italia.

@chilodice

I commenti sono chiusi.