Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 19 maggio - Aggiornato alle 06:59

Sospettato di furto all’ospedale tira fuori un paio di forbici da sarto nell’ufficio di polizia

Perugia, l’agente ha disarmato lo straniero che aveva in tasca l’arma lunga 25 centimetri. L’arrestatio va subito ai domiciliari

Il pronto soccorso di Perugia (©Fabrizio Troccoli)

di En.Ber. 

Un brasiliano di 26 anni è stato arrestato dalla polizia con le accuse di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: giovedì mattina negli uffici del posto fisso dell’ospedale di Perugia – dove era stato accompagnato per essere identificato in seguito alla segnalazione di un paio di persone sospette «verosimilmente intenzionate a perpetrare furti» nel reparto di Gastroenterologia del Santa Maria della Misericordia – ha spintonato l’agente contro l’armadietto e improvvisamente estratto dalla tasca del giubbotto un paio di grosse forbici da sarto d’acciaio lunghe 25 centimetri. Lo straniero è stato disarmato dall’agente che, in collaborazione con i colleghi intervenuti successivamente, sono riusciti a bloccarlo e arrestarlo. In cella di sicurezza gli è stato somministrato metadone per i suoi problemi di tossicodipendenza. Le forbici sono state sequestrate. L’arresto del brasiliano è stato convalidato dal giudice Giuseppe Narducci nel corso del processo per direttissima: si torna in aula mercoledì, all’indagato (difeso dall’avvocato Francesca Pasquino) sono stati concessi gli arresti domiciliari.

I commenti sono chiusi.