Currently set to Index
Currently set to Follow
giovedì 5 agosto - Aggiornato alle 23:04

Sequestrata a Terni e violentata in A1: 40enne trovata con abiti strappati, piena di lividi

Viaggio da incubo lungo l’autostrada fino all’incontro con la polizia stradale: donna sotto protezione, aggressore in carcere

«Sono stata violentata». Così una donna si è rivolta agli agenti della polizia stradale di Cassino ai quali si è presentata con gli abiti strappati, sotto choc e piena di lividi, tra due caselli autostradali lungo l’A1, in Campania. Il suo viaggio da incubo è iniziato a Terni. Nella città umbra, secondo quanto ricostruito da Frosinone today, la donna è stata prelevata con forza dal suo ex compagno, nei pressi di un autogrill durante la sosta del pullman a bordo del quale viaggiava rientrando da Rimini, che l’avrebbe costretta con violenza a salire in macchina con lui.

 

Sequestrata a Terni Tra Cassino e Caianello, mentre i poliziotti allertavano la sala operativa dell’accaduto, l’uomo avrebbe tentato di raggiungere la sua ex per picchiarla ancora ma i gli agenti l’hanno immobilizzato e portato in caserma. La vittima dell’aggressione è stata accompagnata in ospedale dove i medici hanno accertato l’avvenuta violenza sessuale e le percosse. Una volta tranquillizzata e al sicuro, ha raccontato quanto le era accaduto. Una volta costretta a salire in auto era stata privata di ogni mezzo di comunicazione poi in preda al delirio accentuato anche dall’abuso di alcol, ricostruisce il quotidiano online, ha costretto la quarantenne ad avere un rapporto sessuale fra percosse varie. I due, coetanei, sono entrambi di origine campagna e risiedono a Rimini: lui è stato arrestato per violenza sessuale e lesioni e trasferito nel carcere di Poggioreale. La vittima è stata messa sotto protezione.

I commenti sono chiusi.