domenica 21 luglio - Aggiornato alle 23:11

Scontro tra poteri su Ancarano. Giudici sfidano politici: «Terremoto? Emergenza strumentalizzata»

L’Anm umbra: ‘Critiche superficiali, attaccata un’iniziativa giudiziaria senza fornire adeguate informazioni all’opinione pubblica»

Il pm Mario Formisano con l'ex procuratore Luigi De Ficchy

La sezione umbra dell’Associazione nazionale magistrati esprime «sconcerto per le critiche superficiali formulate da diversi esponenti politici locali e nazionali in ordine al sequestro del centro polifunzionale di Ancarano di Norcia disposto dal giudice per le indagini preliminari di Spoleto su richiesta della locale Procura della Repubblica». Tali interventi – è spiegato in una nota – «strumentalizzando l’emergenza del terremoto e la difficile condizione in cui versano numerosi abitanti di Norcia hanno criticato un’iniziativa giudiziaria senza fornire un’adeguata informazione all’opinione pubblica». In particolare – contesta il sindacato delle toghe, presieduto da Mario Formisano – «non è stato sottolineato che la struttura polivalente non è diretta a soddisfare l’esigenza di ricovero e assistenza delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016. Quindi, in conseguenza del sequestro, nessun abitante subirà un ritardo nell’assegnazione provvisoria o definitiva di alloggi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.