giovedì 12 dicembre - Aggiornato alle 02:57

Scontro durante partita di calcio a 5: uno operato alla testa, l’altro con trauma cranico

Intervento per drenare l’ematoma cerebrale. La violenta testata in un campetto di Bastia è costata anche la frattura di una vertebra

Il pronto soccorso di Perugia (foto ©Fabrizio Troccoli)

Sono stazionarie le condizioni dei due calciatori amatoriali ricoverati al Santa Maria della Misericordia dopo uno scontro di gioco avvenuto in un campo alla periferia di Bastia durante una partita di calcio a cinque. Uno dei due, poche ore dopo l’arrivo in pronto soccorso, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico alla testa «per lo svuotamento di un ematoma extradurale che comprimeva il parenchima cerebrale», come informa una nota dell’ospedale.

Scontro violento L’intervento, perfettamente riuscito, si è protratto per alcune ore ed è stato eseguito da una equipe coordinata dal neurochirurgo Bernardino Vittoria, con le anestesiste Marica Rosimini e Eva Cypco. Già nella fase di primo soccorso, effettuata dagli operatori del 118 con autoambulanze della postazione di Assisi, era apparso evidente che lo scontro di gioco era stato particolarmente violento, tant’è che anche l’altro calciatore ha riportato un trauma cranico e la frattura della prima vertebra cervicale, come fanno sapere i sanitari della struttura di Neurochirurgia, dove entrambi i pazienti si trovano ricoverati. Al momento non è stata sciolta la prognosi per il paziente sottoposto ad intervento chirurgico.

I commenti sono chiusi.