Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 27 gennaio - Aggiornato alle 20:56

Poker e cocaina, blitz nel «circolo vizioso»: arrestato il gestore, sei indagati

Auto parcheggiate all’esterno e finestre oscurate: sequestrata anche ketamina

Bisca clandestina

Poker e cocaina per le “seratine” nel «circolo vizioso», come si chiamava la chat di gruppo in cui venivano organizzati gli appuntamenti durante la pandemia. Blitz dei finanzieri di Città di Castello in una bisca clandestina allestita all’interno di un circolo ricreativo, dove sono state trovate sette persone: il titolare è stato arrestato, mentre gli altri sei sono stati segnalati alla procura di Perugia.

Poker e cocaina Le fiamme gialle sono entrate nel locale dopo che, per alcuni giorni, hanno notato una serie di auto parcheggiate per diverse ore davanti allo stabile, mentre le finestre del circolo erano state oscurate da una serie di pannelli. Da qui la decisione della Guardia di finanza di procedere al controllo: all’interno sono stati trovati i sette “biscazzieri” tutti seduti al tavolo e impegnati in una partita a poker. Nel circolo sono stati trovate cocaina, ketamina e marijuana sia suddivise in dosi che pronta al consumo: la droga è stata sequestrata dai militari insieme a carte, dadi e fiches. Per il gestore del circolo sono scattati gli arresti domiciliari, mentre gli altri sei sono indagati, mentre a carico di tutti sono state anche elevate le multe per la violazione delle misure anti Covid-19, tra cui quella che vieta l’apertura delle sale da gioco regolari. Dagli accertamenti dei finanzieri, poi, è emerso che il gruppetto organizzava le “seratine” a base di poker e cocaina utilizzando una chat ribattezzata “circolo vizioso”.

I commenti sono chiusi.